Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Valsu Girls, il poker tricolore è possibile

Le campionesse d’Italia a caccia del quarto scudetto di fila, avversario il Colorno. Una quindicina di azzurre in campo

PADOVA. Sarà poker o cambio della guardia? Questa sera, al Pata Stadium di Calvisano (Brescia), le Valsu Girls difenderanno lo scudetto del rugby femminile che si sono cucite per tre volte consecutive sulla maglia biancazzurra. A contendere il titolo alle campionesse d’Italia allenate da Nicola Bezzati e Daniele Frasson sarà il Colorno, sconfitto nettamente un anno fa, ma che si ripresenta all’appuntamento forte del primo posto ottenuto nel corso della stagione regolare e dopo aver eliminato ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Sarà poker o cambio della guardia? Questa sera, al Pata Stadium di Calvisano (Brescia), le Valsu Girls difenderanno lo scudetto del rugby femminile che si sono cucite per tre volte consecutive sulla maglia biancazzurra. A contendere il titolo alle campionesse d’Italia allenate da Nicola Bezzati e Daniele Frasson sarà il Colorno, sconfitto nettamente un anno fa, ma che si ripresenta all’appuntamento forte del primo posto ottenuto nel corso della stagione regolare e dopo aver eliminato in semifinale il Villorba, terzo incomodo del Girone 1 di Serie A.

A dirigere la finale in rosa numero 34 sarà la parmense Clara Munarini, tra le migliori esponenti femminili del movimento arbitrale, che ha già avuto il merito e l’onore di arbitrare in Eccellenza maschile. Ad affiancarla altri tre “fischietti rosa” emergenti: Maria Giovanna Pacifico (Benevento) e Francesca Giuliani (Milano), giudici di linea, e Beatrice Smussi (Brescia) come quarto uomo. Calcio d’inizio alle 19.30, con diretta su www. therugbychannel.it.

Il Valsugana è pronto a difendere il suo triplice titolo, in quella che si preannuncia come una finale dall’esito quanto mai aperto. Rispetto allo scorso anno, quando le padovane rullarono 32-0 le pur quotate avversarie, che erano alla loro prima finale, in quest’ultimo campionato l’ago della bilancia si è leggermente spostato verso le emiliane, allenate da Christian Prestera. Il Colorno ha preso la testa del Girone 1 all’andata, battendo 36-3 le tricolori, che ancora non avevano metabolizzato a sufficienza il ricambio generazionale. Al ritorno, però, le biancazzurre di Altichiero hanno ritrovato mordente e, pur scivolando a Villorba, sono arrivate al big match in grande forma, punendo 27-5 le prime della classe. Perfetta parità, dunque, negli scontri diretti, scudetto da una parte e primo posto dall’altra, Valsugana e Colorno proporranno anche due stili di gioco molto diversi: più tattico e solido nelle fasi statiche quello patavino, più imprevedibile e giocato tutto alla mano quello parmense. Inoltre, la sfida sarà l’occasione per vedere una quindicina di giocatrici con presenze in Nazionale, ben distribuite sui due fronti, con le “stelle” Giordano, Rigoni e Ruzza in biancazzurro e le varie Cioffi, Sillari, Madia e Franco con la maglia rossa del Colorno.

«Come lo scorso anno, la finale mette di fronte le squadre che meglio rappresentano in Italia la forza del rugby femminile», ha sottolineato alla vigilia Bezzati, head coach del Valsugana. «Rispetto allo scorso anno, ci presentiamo a difendere il terzo scudetto consecutivo con un organico parzialmente rinnovato, grazie ai nuovi inserimenti di giocatrici del nostro vivaio. Vogliamo difendere il nostro scudetto. Ma nessuno potrà dirci nulla, dopo tre titoli consecutivi. Colorno avrà molta più pressione addosso».

Le formazioni annunciate.

VALSUGANA: V. Ostuni Minuzzi; Vitadello, Guariglia, Folli, Andreaggi; Rigoni, Zatti; Giordano (cap.) , Veronese, Fenato; Stoppa, Ruzza; Galiazzo, Cerato, Migotto. A disposizione: Jeni, Frezza, Belluco, Capellazzo, Cuman, Salvadego, Nascimben, C. Ostuni Minuzzi. All. Bezzati-Frasson.

COLORNO: Fontanella; Ranuccini, Cioffi, Sillari, Bonaldo; Madia (cap.) , Violi; Boledi, Sgorbini, Franco; Merlo, Sberna; Turani, Appiani, Giacomoli. A disposizione (due andranno in tribuna): Caci, Casolin, Merusi, Vivoda, Ippolito, Barbieri, Verini, Fiorelli, Di Masi, Colicchia. All. Prestera.

©RIPRODUZIONE RISERVATA