Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Citta, primo botto. Playoff rinviati?

Anticipata a domani l’udienza del Tribunale Federale sul “caso Bari”. Probabile che gli spareggi slittino

CITTADELLA. L’istanza del Cittadella è andata a segno. E che il bersaglio sia stato colpito lo hanno chiarito le poche ma chiare righe diramate dalla Federcalcio ieri sera, quando erano da poco passate le 19. Parole che suonano come una prima, clamorosa vittoria granata nella battaglia intrapresa sul rispetto delle regole. Eccole: “È stata anticipata da venerdì 1º giugno a venerdì 25 maggio l’udienza presso il Tribunale Federale Nazionale in merito al deferimento a carico del Bari per viola ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA. L’istanza del Cittadella è andata a segno. E che il bersaglio sia stato colpito lo hanno chiarito le poche ma chiare righe diramate dalla Federcalcio ieri sera, quando erano da poco passate le 19. Parole che suonano come una prima, clamorosa vittoria granata nella battaglia intrapresa sul rispetto delle regole. Eccole: “È stata anticipata da venerdì 1º giugno a venerdì 25 maggio l’udienza presso il Tribunale Federale Nazionale in merito al deferimento a carico del Bari per violazioni Covisoc. Il TFN, visto il deposito in data 22 maggio da parte della Procura Federale della documentazione relativa al conto dedicato della società FC Bari 1908, ha deciso di anticipare l’udienza, anche in considerazione del fatto che il Bari giocherà sabato 26 maggio la partita del primo turno dei playoff di Serie B”. Una notizia che non mette ancora un punto fermo sulla questione, ma che induce a pensare che uno slittamento dei playoff ci sarà. Anche perché, ad un’eventuale penalizzazione del Bari per la vicenda dei ritardati pagamenti ai suoi tesserati nel bimestre gennaio-febbraio, seguirebbe quasi automaticamente un ricorso da parte della società pugliese, cosa che farebbe trascorrere altri giorni prima di approdare ad una nuova sentenza. Oggi è atteso un comunicato della Lega B, maa questo punto lo scenario più probabile è che il primo turno dei playoff vada in scena sabato 2 e domenica 3 giugno, nelle date che dovevano essere destinate alle semifinali. E lo spostamento riguarderebbe anche la sfida tra Venezia e Perugia, inizialmente programmata per domenica, per non favorire alcuna squadra garantendole più giorni di riposo.

Ma sono tutte supposizioni, in attesa dell’ufficialità. Anche perché sono molti i problemi di natura logistica, di vario ordine, sollevati. Uno, ad esempio: Iori & C. partirebbero comunque domani per Bari, prima della sentenza, per poi, dopo il verdetto, tornare indietro? E cosa dire alle migliaia di tifosi biancorossi che hanno già acquistato in prevendita i biglietti per la partita del San Nicola? Questioni che passano in second’ordine adesso.

Di fatto, il comunicato federale chiude l’ennesima giornata satura di polemiche. Sean Sogliano, ds del Bari, un paio d’ore prima aveva dichiarato: «È un calcio troppo mediatico, spero che si possa adottare del buonsenso e che non ci sia alcun rinvio, a tre giorni da una partita serve rispetto per la città. Campionato falsato? Affermazioni che fanno sorridere, noi in stagione abbiamo avuto due rigori e ci siamo conquistati tutto sul campo».

La società granata, dal canto suo, adotta il basso profilo. La posizione ufficiale era già stata espressa l’altro giorno da Stefano Marchetti: «Quello che abbiamo chiesto è che venga presa una decisione dal Tribunale federale nei tempi dovuti o che venga spostata la data dei playoff. Non abbiamo assolutamente nulla contro il Bari e ci saremmo comportati allo stesso modo se al posto della società pugliese ce ne fosse stata una qualsiasi altra: quello che chiediamo è, semplicemente, il rispetto delle regole». Il direttore generale granata, peraltro, è rientrato ieri a Cittadella dopo essere stato a Pozzuoli la sera prima, per ritirare il riconoscimento assegnato dall’Adicosp (Associazione direttori collaboratori sportivi) all’interno della kermesse “Premio Malafemmena”. Sul palco, oltre a Marchetti, anche Pantaleo Corvino, attuale dg della Fiorentina, premiato alla carriera, Beppe Ursino, ds del Crotone, per la Serie A, e Alfio Pelliccioni, ds del Monopoli, per la Serie C.

©RIPRODUZIONE RISERVATA