In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Solesinese perde malamente in casa e adesso si fa dura

Contestato il terzo gol del Favaro per un fuorigioco ma il direttore di gara convalida e i padovani non recuperano

1 minuto di lettura

SOLESINO. L'andata dei playout non sorride alla Solesinese, battuta di fronte al proprio pubblico dal Favaro 1948. Gli uomini di Gazzetta riescono a portarsi in vantaggio a metà della prima frazione: fa tutto Rossetto, che si inventa una percussione centrale irresistibile, salta due avversari in slalom e infine trafigge l'estremo difensore avversario Baldan. La Solesinese non riesce a godersi l'1-0 per più di cinque minuti, ovvero il tempo sufficiente perchè gli ospiti riescano a raggiungere il pareggio. L'1-1 è opera di Franceschi, che conclude nel modo migliore un rapidissimo contropiede scaturito da una palla persa in attacco dalla formazione locale. Il numero 7 ospite si ripete al 10' della ripresa, quando sfrutta un errore della retroguardia di casa, si incunea sul lato destro dell'area di rigore e spedisce il pallone sotto l'incrocio dei pali con una conclusione imparabile. Al 15' il Favaro aumenta il bottino con Ballarin, che scatta sul filo del fuorigioco prima di superare Bertazzo. Grandi proteste per la posizione di partenza dell'attaccante, ma il direttore di gara convalida la segnatura. Con due gol da recuperare la Solesinese prova il tutto per tutto per recuperare il risultato, anche tramite i cambi pensati e messi in pratica dall'allenatore che cerca di modificare l'inerzia della gara con gli ingressi in campo di Ghezzo e Raule, rispettivamente in luogo di Rossetto e Vetere. Nel finale c'è anche spazio per Mussa, al posto di Garavello. Tuttavia gli sforzi profusi non sono sufficienti e il risultato non cambia più.



I commenti dei lettori