Duemila padovani in piazza ad applaudire i biancoscudati

Tripudio di bandiere intorno alla squadra in Piazza della Frutta. L’arrivo dei giocatori su un bus scoperto. Fischiato il sindaco

PADOVA. Un fiume di oltre 2.000 tifosi ha inondato ieri sera Piazza della Frutta tingendola di bianco e rosso.

Grande festa per il Calcio Padova, che dopo quattro anni torna trionfante in Serie B. Ad accoglierlo i suoi tifosi, la città intera. Prima la partita, disputata allo stadio Euganeo contro il Gubbio, chiusa con una vittoria, poi finalmente la festa.


La squadra, lo staff tecnico e i dirigenti, nella magica cornice di Palazzo della Ragione, hanno celebrato la meritata promozione. Musica sul palco a partire dalle 20, stand di cibo e bibite ma soprattutto grandi sorrisi, cori ed esultanze. In cielo le bandiere biancoscudate sventolavano sul letto rosso dei fumogeni. Tutti ad attendere il momento catartico, in un clima giunto al suo apice con l’arrivo dei giocatori, prima in piazza e poi sul palco. Puntuale, alle 21.30, in un contesto presidiato da forze dell’ordine e polizia locale è arrivata la squadra.

Padova, il sindaco Giordani contestato dai tifosi



Il pullman scoperto, direttamente dallo stadio Euganeo, da via Oberdan è approdato in Piazza della Frutta, dove ad accoglierlo c’era un bagno di folla. I calciatori al piano alto del mezzo con la coppa in mano, tra baci al trofeo, selfie e magliette lanciate dall’alto. Sotto i padovani ad acclamare la squadra, fare video e foto.

«Chi non salta vicentino è», «L’anno prossimo giochiamo di sabato» e ovviamente l’immancabile «Ma quando torno a Padova» di Guglielmino Travaglia Zanibon, mancato nei giorni scorsi. Poi finalmente i ragazzi di Bisoli sono scesi dal pullman: in un corridoio che attraversava la piazza, sono giunti al palco.



Ad accoglierli, con discorsi di benvenuto e gratitudine, gli ultrà della Tribuna Fattori. Applausi e fischi si sono susseguiti da parte della folla. Applausi per Roberto ed Edoardo Bonetto, fautori della rinascita del Padova.

Fischi, come già era successo allo stadio, contro Marcello Cestaro, Diego Penocchio, i Valentini e il sindaco Sergio Giordani. Applausi ancora per i familiari del compianto cronista Gildo Fattori, saliti sul palco.

Padova in serie B, la festa dei tifosi nelle piazze

«Grazie a voi che ci avete sempre seguito, anche in trasferta», ha detto poi il capitano Nico Pulzetti, a nome dei compagni.

La serata è proseguita con l’attesissima asta, a cui hanno preso parte i tifosi presenti (di cui riferiamo a parte).

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi