Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La carica dei 1.600 alla Villa Run Conte

Numeri in crescita per la marcia che attraversa l’oasi Vallona

PADOVA. Il mulino ad acqua Benetello del 1600 è stato ieri mattina con l’oasi Vallona una delle attrattive della quarta edizione della Villa Run Conte, la marcia dei calendari Fiasp e Marciapadova partita da Piazza Vittoria di Villa del Conte. La corsa quest’anno ha richiamato oltre 1.600 partecipanti, 500 in più della passata edizione. Trentuno le società provenienti oltre che dalla provincia di Padova anche da quelle di Vicenza e Treviso. Nella classifica per numero di iscritti la parte de ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Il mulino ad acqua Benetello del 1600 è stato ieri mattina con l’oasi Vallona una delle attrattive della quarta edizione della Villa Run Conte, la marcia dei calendari Fiasp e Marciapadova partita da Piazza Vittoria di Villa del Conte. La corsa quest’anno ha richiamato oltre 1.600 partecipanti, 500 in più della passata edizione. Trentuno le società provenienti oltre che dalla provincia di Padova anche da quelle di Vicenza e Treviso. Nella classifica per numero di iscritti la parte del leone l’ha fatta il gruppo United Trail & Running di Tencarola che ha preceduto l’Atletica Foredil e il Santa Giuliana Calcio. Soddisfatta la coordinatrice del comitato organizzatore Federica Riondato. «Siamo stati invasi da un mare di podisti e questo ci riempie di soddisfazione», commenta la responsabile del gruppo Villa Run Conte. «Un grosso aiuto ci è stato fornito dai ragazzi del Mivao e l’Asd Dinamika. Quest’anno grazie agli sponsor siamo riusciti ad allestire un punto di ristoro dove i podisti hanno potuto assaggiare le focacce genovesi, le crocchette di patate e le fragole, prodotto tipico della nostra zona».

In 1000 a Granze. Con i tre percorsi di 6, 12 e 20 chilometri della quinta Marcia del Lavoro e della Solidarietà di Granze, i runner ieri mattina hanno potuto ammirare le storiche Villa Prosdocimi del seicento, Villa Conti e la sua barchessa del cinquecento ed il Museo della Centuriazione. La marcia organizzata dal Centro parrocchiale Santa Cristina-Acli è transitata anche dalla fattoria didattica Calendula. Una ventina i gruppi in classifica con il Podisti Monselicensi primo con 46 iscritti davanti al Podisti Tribano con 40. (g.b.)