Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Due zampate di Mason stendono Venezia

Luparense, già con l’Eccellenza in tasca, gioca in scioltezza e mostra tecnica e qualità, i lagunari non sono mai pericolosi

SAN MARTINO DI LUPARI. I Lupi entrano in campo con una maglietta celebrativa per festeggiare la promozione in Eccellenza ottenuta lo scorso turno a Maerne e battono una Pro Venezia quasi mai pericolosa al cospetto della capolista. La prima vera occasione è proprio per gli ospiti, ma Zorzi risponde presente prima respingendo la conclusione di Cavarzeran e poi smanacciando sulla possibile respinta. I padroni di casa reagiscono intorno al 20’ pt con il mancino da centro area di Denis Cuman che ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN MARTINO DI LUPARI. I Lupi entrano in campo con una maglietta celebrativa per festeggiare la promozione in Eccellenza ottenuta lo scorso turno a Maerne e battono una Pro Venezia quasi mai pericolosa al cospetto della capolista. La prima vera occasione è proprio per gli ospiti, ma Zorzi risponde presente prima respingendo la conclusione di Cavarzeran e poi smanacciando sulla possibile respinta. I padroni di casa reagiscono intorno al 20’ pt con il mancino da centro area di Denis Cuman che viene disinnescato alla grande da Ziliotto. Il caldo si fa sentire per entrambe le squadre, in questa fase non è un match spettacolare e ci si limita per lo più ad un possesso palla. I veneziani si rendono ancora pericolosi con un paio di palloni che sfilano pericolosamente all’interno dell’area piccola e che vengono allontanati con difficoltà dalla difesa rossoblu. La Luparense si riaffaccia in area avversaria al 35’ pt: dopo una schema da calcio d’angolo Siega calcia col destro ma trova la pronta risposta di Ziliotto. Allo scadere della prima frazione destro a giro di Benatelli che sfiora l’incrocio della porta difesa da Zorzi e che sancisce la fine di un primo tempo non entusiasmante. Al 3’ st subito occasione per i Lupi: Siega lancia Vasic in campo aperto, il classe ’99 si trova a tu per tu con Ziliotto e prova a incrociare ma il portiere ospite si distende e blocca in due tempi. Il gol però a questo punto è nell’aria e arriva 5’ minuti dopo, nell’occasione è strepitoso ancora Vasic nell’azione personale, offre un pallone d’oro a Mason che controlla e piazza il destro in porta. La capolista è entrata decisamente in campo dopo l’intervallo con un piglio diverso, con l’obiettivo di vincere e di non lasciare nulla alle avversarie. I veneziani provano a reagire mettendo energie fresche in campo (Rubbi e Ponso) ma fanno fatica a costruire gioco nella metà campo avversaria. Al 23’ st arriva anche il raddoppio della squadra di mister Cunico, ancora per merito di Mason che calcia alla perfezione un penalty spiazzando Ziliotto. La partita prende decisamente la via di San Martino, i campioni del campionato amministrano il gioco con calma e qualità. Non succede altro di particolarmente rilevante, con i Lupi che strappano un’altra vittoria e arrivano a quota 73.