Roccia Rubano manca il sorpasso sul Casale

Serie B. E il Cus Padova affonda in casa contro la cadetta del Mogliano che la segue in classifica

PADOVA. Panettone amaro per le formazioni padovane di Serie B. Il Cus Padova ha perso in casa contro i cadetti del Mogliano, chiudendo il confronto sul 7-19. Gli amaranto-oro allenati da Vladi Pellielo e Vanni Zago hanno pagato la ristrettezza di giocatori di mischia, perdendo subito per infortunio il terza centro Leopoldo Torresan. Il Mogliano si è confermato un brutto cliente, molto organizzato nei drive con cui ha segnato due volte nei primi venti minuti, con Manni e Gigliodoro. Il Cus invece non è riuscito a capitalizzare le sue occasioni, pur entrando spesso nei 22 avversari. Gli ospiti hanno allungato ancora a metà ripresa, segnando la terza meta con Vecchiato, ma quando ormai sembravano avviati verso un successo rotondo hanno dovuto fare i conti con l'orgoglio dei patavini, che nel finale hanno accorciato segnando a loro volta in carrettino, con Di Bella. In trasferta a Casale sul Sile il Roccia Rubano ha ceduto il passo ai padroni di casa, che l'hanno spuntata 22-12 dopo un primo tempo combattuto in trincea terminato sullo 0-0. I trevigiani allenati da Sgorlon hanno aperto le marcature al 5' della ripresa, al largo con l'estremo Zorzi, ribadendo il colpo una decina di minuti dopo con un carrettino da rimessa laterale che ha aperto la strada a Zanardo. Riorganizzate le idee la squadra di Baraldo, Colleselli e Palandrani è tornata in corsa segnando a sua volta con un drive, siglato dal tallonatore Toniato, ma il Casale si è portato di nuovo oltre il break con un calcio di Girotto e la terza meta. Tutto di marca rubanese il finale, con la meta di Targa e una punizione conquistata allo scadere purtroppo calciato fuori da Fanton. (si. va.)

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi