L’Este surclassa il Noale gol di Fioretti e Rondon

Il team atestino non fa sconti agli ospiti, che finiscono sotto dopo nove minuti Lorello respinge il rigore di Casagrane, a inizio ripresa l’incornata vincente

ESTE. Detto, fatto. La sconfitta di Mantova doveva essere soltanto un episodio nella poderosa rincorsa verso i play off e tale è rimasto. Perché l'Este, grazie al tandem offensivo Fioretti-Rondon (quest'ultimo finalmente a segno dopo un lungo digiuno) si regala un successo tanto netto quanto voluto contro la Calvi Noale, compagine così pasticciona in fase difensiva da riuscire addirittura a far sfigurare un mostro sacro come Marco Fortin. Che la giornata dei giallorossi (reduci dalla sconfitta di Mantova) sia particolarmente votata all’esuberanza si vede dai primi flash: a centrocampo Pozza disegna geometrie e non disdegna inserimenti in area mentre, là davanti, Rondon si destreggia alle spalle del capocannoniere Fioretti.

Tuttavia, non si vedono occasioni fino al 9’, quando l’Este colpisce con lo stesso Fioretti, bravo a girarsi fra due marcatori prima di freddare Fortin (un po' in ritardo nell'intervento) sul primo palo. La Calvi Noale, però, non si scompone. Gli esterni di mister Giovanni Soncin se la cavano bene, anche se Baldrocco e Tonani fanno tanta, forse troppa, fatica fra Niero e Munaretto. Proprio un fallo di mano del difensore vicentino, sul cross di Rigon, fa rialzare le antenne agli ospiti, che si ritrovano con un rigore da battere: dal dischetto Casagrande non improvvisa, Lorello capisce tutto e si oppone prima alla battuta e poi alla replica da breve distanza. La fiammata della Calvi Noale finisce per scaldare gli atestini, spesso e volentieri dalle parti di Fortin con i soliti Rondon, Fioretti e Pozza.

Nella ripresa l’Este aumenta il forcing e al 54’ arriva pure il raddoppio: cross dalla destra di Ostojic, taglio di Rondon che punta dritto verso il pallone e incorna. 2-0 e atestini in orbita. Il tris, fra l’altro, potrebbe arrivare poco dopo: il solito Ostojic, particolarmente ispirato sulla fascia destra, mette in mezzo l’ennesimo traversone sul quale s’avventa Pozza, fregato soltanto dalla mira leggermente imprecisa (56’).

La Calvi incassa ma non ci sta: complice un filo di appagamento dei padroni di casa, i biancazzurri finiscono ad una spanna dal 2-1 con un contropiede solitario di Conti, che si fa tutta la corsia di sinistra prima di sparare verso Lorello. Nel finale, invece, l’ex Abano Baldrocco ha sul destro l’assist per Tonani: l’attaccante veneziano deve fare i conti con l’esplosività di Lorello, perfetto nell’intervento risolutore.

Video del giorno

L'ultima gaffe della sardina Santori: in moto contromano sulla preferenziale

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi