Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dalla nebbia spuntano 2300 podisti

Tra fattorie e ville runner di corsa nelle marce di San Pietro Viminario e Rovolon

PADOVA. Accolti dalla nebbia in piazza Martiri della Libertà a San Pietro Viminario i circa 1300 runner della Marcia dei Vimini e delle Vecchie Fattorie. La mattinata uggiosa e molto umida ha tenuto lontano soprattutto i singoli che sono stati circa 500. In aumento, invece, i gruppi organizzati che sono risultati 34 con in testa, per numero di iscritti, il Podisti Monselicensi (56) davanti al Podisti Tribano (45). Nebbia a parte, la marcia promossa dalla locale Pro loco è piaciuta soprattutt ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Accolti dalla nebbia in piazza Martiri della Libertà a San Pietro Viminario i circa 1300 runner della Marcia dei Vimini e delle Vecchie Fattorie. La mattinata uggiosa e molto umida ha tenuto lontano soprattutto i singoli che sono stati circa 500. In aumento, invece, i gruppi organizzati che sono risultati 34 con in testa, per numero di iscritti, il Podisti Monselicensi (56) davanti al Podisti Tribano (45). Nebbia a parte, la marcia promossa dalla locale Pro loco è piaciuta soprattutto per la scelta dei tre percorsi di km 7, 12 e 20 nella campagna dove un tempo si coltivava il vimini fino alla frazione di Vanzo. La corsa è passata a ridosso della storica Villa Giustiniani dove anche i cosiddetti “piè veloci” hanno ritenuto di rallentare il passo per ammirare il monumento. Nella zona della Bassa Padovana i podisti torneranno domenica prossima per la Marcia di Sant’Andrea che partirà da Piazza Matteotti di Anguillara Veneta.

Un migliaio a Rovolon. Si sono misurati sugli sterrati tra i boschi del Parco Colli i circa mille appassionati che ieri mattina hanno scelto la seconda edizione della Marcia di San Martino. Partiti dagli impianti sportivi di Carbonara, si sono diluiti sulle tre distanze di 5, 10 e 17 chilometri. Con il percorso più impegnativo la corsa ha raggiunto la parte alta del monte Grande e del Madonna. Più o meno nella stessa zona dove una settimana prima si era disputato il Trail di San Martino. Ad organizzare l’appuntamento che ha visto la presenza di 23 società dalle province di Padova e Vicenza, è stato l’Atletico Bastia in collaborazione con l’Us Acli di Padova.

Gianni Biasetto