“Tombolato” all’inglese il Citta abbatte le barriere

Calcio Serie B. I lavori saranno finiti per la prima gara di Coppa Italia del 6 agosto Oggi amichevole a Levico, domani col Mestre e festa del tifoso. Si ferma Strizzolo

CITTADELLA. Un Tombolato ancor più a misura di tifoso. Sono iniziati in questi giorni i lavori per migliorare ulteriormente lo stadio del Cittadella: gli operai sono all’opera per rimuovere le barriere che separano la Tribuna Est, quella che raccoglie il maggior numero di aficionados, dal campo. Come ha annunciato sabato scorso l’amministratore delegato Mauro Michelini durante la festa in piazza Pierobon, «Vogliamo migliorare la visuale anche delle prime file». L’operazione sarà completata entro la gara di Coppa Italia che capitan Iori e compagni disputeranno il 6 agosto, contro la vincente della sfida tra Giana Erminio e Albinoleffe. Di fatto, il Citta segue, ovviamente più in piccolo, l’esempio offerto dallo stadio Olimpico di Roma, dove, appunto, sono state rimosse le barriere, in quel caso fra le curve. Ma, allargando la prospettiva, il modello è quello di un impianto “all’inglese”, con i tifosi più vicini al campo. Tifosi che, intanto, continuano a rispondere “presente” alla campagna abbonamenti: sono 1.080 le sottoscrizioni eseguite sinora, fra cui si contano anche 120 nuovi sostenitori. Molti di loro domani saranno presenti alla festa di Lavarone, che avrà come piatto clou l’amichevole con il Mestre (Serie C), alle 17.

Già oggi, però, gli uomini di Venturato saranno in campo alla stessa ora, in “trasferta” in casa del Levico (squadra di Eccellenza), per la terza uscita stagionale dopo il 10-0 rifilato agli amatori del Lovadina e il 9-1 ai dilettanti di Seconda Categoria del Real Vicenza. Evidente l’intenzione del tecnico di dare più minuti ai giocatori, con il gruppo che sarà diviso in due, facendo disputare per la prima volta una partita intera a molti elementi. Di sicuro Venturato non potrà però contare, a parte Alfonso, neppure su Luca Strizzolo: il centravanti friulano ha abbandonato il ritiro per sottoporsi a un trattamento infiltrativo al tendine rotuleo del ginocchio destro, eseguito dal dottor Bordin nella clinica “Cittàgiardino” di Padova. Il ginocchio è quello che gli ha dato problemi nella scorsa stagione, Strizzolo proseguirà la riabilitazione da lunedì al centro “Fisio&Sport” di Cittadella con l’obiettivo di essere in condizione per l’esordio in campionato.

Diego Zilio

Video del giorno

Tamberi medagliato: "Cari padovani, cari veneti, un pezzetto è anche vostro"

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi