Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Thermal-Romagna, chi perde è nei guai

Girone D. Entrambe le squadre sono terz’ultime e non vincono da febbraio

ABANO. C’è una classifica da scalare e un trend da invertire. Duplice obiettivo che oggi pomeriggio la Thermal dovrà centrare - o perlomeno iniziare a considerare - a tutti i costi, contro un Romagna Centro (calcio d’inizio alle 14.30, arbitro Luigi Santorelli di Salerno) altrettanto impegnato nella lotta per non retrocedere.

I ragazzi di mister Mario Vittadello affronteranno una squadra abbordabile, ma con le stesse esigenze: Thermal e Romagna Centro, infatti, sono entrambe terz’ultime a qu ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ABANO. C’è una classifica da scalare e un trend da invertire. Duplice obiettivo che oggi pomeriggio la Thermal dovrà centrare - o perlomeno iniziare a considerare - a tutti i costi, contro un Romagna Centro (calcio d’inizio alle 14.30, arbitro Luigi Santorelli di Salerno) altrettanto impegnato nella lotta per non retrocedere.

I ragazzi di mister Mario Vittadello affronteranno una squadra abbordabile, ma con le stesse esigenze: Thermal e Romagna Centro, infatti, sono entrambe terz’ultime a quota 27 punti, e un eventuale colpaccio nello scontro diretto potrebbe favorire l’aggancio al gruppetto composto da Fidenza, Virtus Castelfranco, Ribelle, Mezzolara e Imolese, assiepate a metà della graduatoria ma ancora lontane dalla salvezza matematica.

Entrambe le compagini, tra l’altro, devono cambiare assolutamente marcia per dare un senso alla rincorsa finale: la Thermal non vince dal 22 febbraio (2-1 con la Virtus Castelfranco Emilia), mentre il Romagna Centro non vince addirittura dal 15 febbraio (3-0, sempre contro la Virtus).

Insomma, la posta in palio è altissima, anche perché l’umore nei rispettivi spogliatoi non è dei migliori e un’altra batosta potrebbe portare un filo di frustrazione. L’allenatore dei rossoverdi Vittadello, però, conosce le dinamiche della categoria e ha il carisma per gestire il momento a dir poco complicato, anche se dovrà reinventarsi ancora una volta la formazione per l’assenza del faro di centrocampo Marzocchi (infortunato) oltre ai “cronici” Baldovin e Orsino.

Il tecnico del Romagna Centro Filippo Medri non avrà di questi problemi: l’ex Cagliari e Triestina potrà scegliere l'undici migliore.

Francesco Vigato