Jacobs accolto da star a Fiumicino: “Ci ho sempre creduto, ma non mi aspettavo tutto insieme”

Il campione olimpico nei 100 metri e nella 4x100 abbracciato dalla compagna, dai figli, dalla mamma e dagli amici

ROMA. Accoglienza da star a Fiumicino per Marcell Jacobs, che si è presentato agli arrivi intorno alle 20.30 con in braccio il figlio e al collo una delle due medaglie d'oro conquistate ai Giochi di Tokyo: fra applausi e ovazioni, lo sprinter azzurro è stato abbracciato dalla compagna, dai figli, dalla mamma e dagli amici. «Non mi aspettavo venissero tutti, bellissimo - ha detto Jacobs, campione olimpico nei 100 metri e nella 4x100 -. Anche sul podio è stato emozionante ma tornare qui e rivedere tutti lo è anche di più».

Marcell Jacobs in Italia. Lo sbarco a Fiumicino del campione olimpico

Le due medaglie d'oro, non lo hanno cambiato «sono sempre lo stesso, ho solo un peso di più sulle spalle e sul collo ma rimarrò lo stesso di sempre». Lo ha assicurato Marcell Jacobs appena rientrato a Fiumicino dopo i due ori conquistati alle Olimpiadi. Il campione, visibilmente commosso e' stato accolto tra urla e applausi, dalla sua famiglia e da decine di sostenitori.

Jacobs sbarca in Italia e i colleghi poliziotti lo circondano: "Non mi aspettavo di trovarvi qui"

«Devo ancora realizzare queste due medaglie d'oro - ha aggiunto - ma realizzerò nei prossimi giorni. Non mi sarei mai aspettato un'Olimpiade così bella neanche nei sogni, vincere due medaglie d'oro e fare il portabandiera alla chiusura dei giochi è stato incredibile». Due ori dal sapore diverso per il campione. «La gara individuale è stato un riscatto personale - ha spiegato - tutti hanno sempre saputo che avevo tanto talento, ma io non ero mai riuscito a dimostrarlo. Questa medaglia individuale mi ha portato veramente sul tetto del mondo». Parlando poi delle critiche mosse dai media americani, ha sminuito: «Non mi hanno dato fastidio perché si tratta di pensieri di alcuni giornalisti che non capiscono questo sport. Tutti gli atleti americani che erano in campo - ha sottolineato - mi hanno fatto i complimenti».

Marcell Jacobs: "Neanche nei sogni un’Olimpiade così bella. Grazie all’Italia intera"

«Ha fatto qualcosa di storico per il nostro sport, questa accoglienza se la merita tutta». Lo ha detto Filippo Tortu a Tg2 Post commentando l'arrivo a Fiumicino di Marcell Jacobs e poi ha aggiunto: «Fare il quarto frazionista è un'ansia che non auguro a nessuno, guardare gli altri correre e dover aspettare senza poter fare nulla. Quando Fausto mi ha passato il testimone ho iniziato a correre e non ho più pensato a nulla. Solo a correre rilassato e prendere l'inglese. Quando ho tagliato il traguardo avevo capito di aver vinto, ma non riuscivo a crederci e per esultare ho aspettato la conferma». 

Video del giorno

Strage Salvemini, 31 anni dopo: il corteo dei mille studenti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi