Covid, in Israele torna il Green Pass per gli eventi con oltre 100 ospiti

Il gabinetto anti-coronavirus israeliano ha deciso di reintrodurre l'obbligo del Green Pass per eventi sportivi e culturali con oltre cento partecipanti, sia al chiuso che all'aperto. La misura riguarderà non solo conferenze e attrazioni turistiche ma anche ristoranti, palestre e sinagoghe.

Stesso documento deve essere presentato anche per partecipare a matrimoni e feste, mentre a partire dall'8 agosto i non vaccinati dovranno pagare per sottoporsi ai tamponi. Le misure entreranno in vigore giovedì prossimo, dietro conferma del governo. Il gabinetto ha anche deciso di mettere al bando i viaggi verso Regno Unito, Georgia, Cipro e Turchia; chi verrà colto a violare il divieto, dovrà pagare una multa. Una decisione pesante, dal momento che Cipro e Turchia sono tra le piu' popolari destinazioni turistiche per gli israeliani. I quattro Paesi si andranno a unire alla lista che comprende diverse nazioni, tra cui Brasile, Argentina e Spagna. 

Video del giorno

In 10 contro un ragazzo, violenta aggressione a Frattamaggiore

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi