Salute, un valore da proteggere

Salute, un valore da proteggere
A due anni dall’inizio del contesto Covid-19, gli italiani sono sempre più consapevoli dell’importanza di non farsi trovare impreparati davanti a eventuali imprevisti e cercano, di conseguenza, nuove soluzioni personalizzate per prevenire e curare
2 minuti di lettura

Mario è un settantenne sportivo, sempre pronto a inforcare la bicicletta e uscire per una corsa con i suoi amici. Cecilia, invece, di anni ne ha 45, ha due figlie e un lavoro impegnativo. Gabriele, venticinquenne salutista convinto, è sempre attento alla sua alimentazione e al mantenimento di uno stile di vita sano. Persone diverse con bisogni di salute differenti, per ognuno dei quali la prevenzione assume un valore specifico. E oggi più che mai, gli italiani tornano a guardare con fiducia sul fronte della salute, senza dimenticare quello che il coronavirus ha insegnato: essere capaci di maggior flessibilità per essere preparati a ogni evenienza, anche quelle più difficili da immaginare. Che la salute sia un fattore fondamentale della ripresa post Covid, lo testimonia l’attenzione che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha riservato alla sanità: circa 20 miliardi di euro per ridisegnare il sistema sanitario. Prevenzione, attenzione agli stili di vita da una parte e cure accessibili e più vicine ai cittadini sono i binari su cui si muove la riforma, venendo incontro a quelli che sono i bisogni emersi negli ultimi due anni.

Gli italiani in cerca di consulti medici

L’Italia è uno dei Paesi più longevi al mondo, con il 23% della popolazione che ha più di 65 anni; la società si sta trasformando accentuando la solitudine sociale con il 32% delle famiglie composte da una sola persona e il 10% di famiglie con un solo genitore. Una serie di cambiamenti a cui i cittadini hanno risposto nel corso degli ultimi anni cercando maggiori servizi sul fronte della salute, dichiarandosi disponibili anche a pagare di tasca propria le visite specialistiche e i servizi di prevenzione, consulenza o supporto per i malati cronici. Basti pensare che quasi l’80% circa degli italiani va più volte all’anno dal medico di base, consulta specialisti e fa esami diagnostici e oltre il 50% della popolazione sana si rivolge a specialisti. Nel 2017 la quota della spesa sanitaria pagata dagli italiani era 23,7%, ben maggiore della media europea che si attestava al 16%.

 

La sicurezza durante l’arco della vita

D’altronde, l’attenzione alla salute è diversa a seconda dell’età e delle situazioni: i giovani sono preoccupati per i possibili infortuni, i genitori lo sono per i figli, gli adulti per le malattie, gli anziani per il peggioramento delle proprie condizioni, chi possiede un animale da compagnia per il suo bene, chi attraversa un momento economicamente difficile per un futuro in sicurezza. Difficile trovare una soluzione che vada bene per tutti, a meno che non sia flessibile e facile da comprendere. Come Immagina Adesso, la soluzione assicurativa di Generali Italia che garantisce la massima flessibilità lungo tutto il corso della vita adattandosi in maniera semplice alle esigenze che cambiano.

Uno scudo a difesa dalle salute

All’interno di Immagina Adesso, l’offerta Salute&Benessere consente di coprire tutte le esigenze: dalla prevenzione alla diagnostica con esami e visite mediche specialistiche, ma anche prevenzione e cure odontoiatriche, protezione specifica per le sole malattie più temute come un problema oncologico, fino ad una protezione ad ampio spettro che ci può accompagnare per “tutta la vita”. Fra i servizi offerti le consulenze per lo sport in sicurezza e il nutrizionista, il teleconsulto o videoconsulto medico per una risposta più immediata, un consulto di Second Opinion per approfondire una diagnosi ricevuta. Immagina Adesso è una formula personalizzabile e flessibile sulle esigenze di vita.

 

 

Prima della sottoscrizione leggere il set informativo disponibile su Generali.it e in Agenzia.