Reumatologia: finita l’emergenza, tornano i vecchi problemi

Crediti: pina messina on Unsplash 
Il 12 ottobre è la giornata mondiale del paziente reumatico. Anmar: in un anno oltre 200 casi di multiswitch da un primo ad un secondo biosimilare, e in alcuni territori mancano i farmaci di fascia H, obbligando i malati a migrare verso strutture sanitarie più distanti
2 minuti di lettura

GRAZIE ai vaccini e a una situazione epidemiologica favorevole, la reumatologia italiana sta tornando, lentamente, alla normalità pre-pandemica. Ma vecchi vizi e problemi organizzativi del sistema sanitario continuano a complicare la vita degli oltre cinque milioni di pazienti reumatologici che vivono nel nostro Paese. In particolare, la mancata continuità terapeutica e le migrazioni sanitarie, vecchi problemi che tornano ad essere segnalati in tutta la Penisola, ora che i pazienti ricominciano a recarsi negli ospedali.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori