Encefalite da zecca: un uomo ricoverato per una settimana, di che cosa si tratta

Credit: Stringer/Getty Images
Credit: Stringer/Getty Images 
Il caso sospetto a Vicenza. Ecco cosa c'è da sapere su questa subdola infezione e la zecca che ce la trasmette, anche se il contagio può avvenire anche col consumo di latticini e latte crudo
2 minuti di lettura

All’allarme dei giorni scorsi sulla gran diffusione delle zecche, stanno seguendo i primi casi di infezione. Da una settimana, un uomo di 51 anni è ricoverato nel reparto di malattie infettive del San Bortolo di Vicenza. È arrivato presentando segni di febbre alta, dolori alle articolazioni, mal di testa, sintomatologia riconducibile all’encefalite da zecca, infezione molto subdola perché i sintomi possono anche passare in breve tempo per poi ripresentarsi dopo una decina di giorni.