Vaccino Covid: la stessa tecnologia per curare cancro, herpes e fuoco di Sant'Antonio

Vaccino Covid: la stessa tecnologia per curare cancro, herpes e fuoco di Sant'Antonio
Moderna annuncia tre nuovi progetti di vaccini basati sull'Rna messaggero, che si è dimostrata vincente contro Sars-CoV2
1 minuti di lettura

Moderna annuncia tre nuovi progetti di sviluppo per nuovi vaccini basati sulla tecnologia dell'Rna messaggero, che si è dimostrata vincente contro Covid-19. I programmi riguardano tre candidati vaccini a mRna contro i virus Herpes simplex (Hsv) e Varicella zoster (Vzv, responsabile del fuoco di Sant'Antonio), e per la terapia di alcune forme di cancro come melanoma avanzato o metastatico e carcinoma polmonare non a piccole cellule, per cominciare.

Con l'anti-Hsv e l'anti-Vzv, nella pipeline dell'azienda americana salgono quindi a cinque i prodotti sperimentali mirati a infezioni virali i cui patogeni restano latenti nell'organismo umano. Gli altri tre sono contro il citomegalovirus (Cmv), il virus di Epstein-Barr (Ebv) e quello dell'Aids (Hiv).

 

Il 2021 è stato l'anno che il mondo ha conosciuto la molecola che si è rivelata l'arma vincente contro il Covid. Ora le aziende sperano di adattare la stessa strategia Rna contro altre emergenze. Dall'esperienza ccumulata nella pandemia stanno beneficiando altre ricerche con più informazioni sui meccanismi biologici. Ed è quanto sta accadendo con Moderna.

"Siamo lieti di annunciare questi nuovi progetti di sviluppo, che riflettono la continua produttività della nostra piattaforma e il potenziale della nostra tecnologia mRna di avere un impatto sulla vita di centinaia di milioni di persone", ha dichiarato Stéphane Bancel, Ceo di Moderna. "I nostri team di ricerca - aggiunge - stanno lavorando su ulteriori candidati vaccini a mRna, che non vediamo l'ora di condividere in futuro".