Covid, ecco chi proteggeremo con la quarta dose

Sei Paesi stranieri l'hanno già adottata per i pazienti fragili, in Italia Aifa promette una decisione a breve. Uno studio francese conferma: "Sui trapiantati aumenta gli anticorpi". Il virologo Fausto Baldanti: "Più che una quarta dose serve un aggiornamento dei vaccini"
3 minuti di lettura

Serve veramente una quarta dose di vaccino anti-Covid? Se lo chiedono in molti: scienziati, ma anche persone comuni. Se lo chiede l'Aifa che, guardando agli immunodepressi, per ora si limita alla cautela. "È in fase di definizione, si sta discutendo sulla tempistica ottimale", ha spiegato il direttore generale Nicola Magrini, dopo lo stop del ministero della Salute alla Regione Piemonte, che era pronta a metterla in pratica per i più fragili.