Cervello, così potremo mitigare i brutti ricordi

Un ricordo è labile quando si è appena formato e quando lo richiamiamo alla mente: sette neuroscienziate parlano di arte, cervello e memoria
3 minuti di lettura

Rinforzare i ricordi utili o mitigare quelli che fanno male regolando l'intensità delle emozioni che proviamo quando le richiamiamo alla nostra mente. È una strategia sperimentale, per ora. Ma potrebbe aprire nuovi scenari di intervento e quindi offrire nuove opportunità alle persone con dipendenze o affette dal disturbo post traumatico da stress, e anche per migliorare l'apprendimento nei bambini, o la memoria negli anziani.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori