Vaccino Covid e allattamento: i pediatri spiegano le ragioni del sì

L'appello di pediatri e neonatologi in una lettera aperta rivolta ai colleghi medici dei centri vaccinali: "La vaccinazione in corso di allattamento al seno permette il passaggio dalla madre al neonato di anticorpi specifici contro Sars-Cov-2"
1 minuti di lettura

Care/i Colleghe/ghi, ora che la campagna di vaccinazione anti Covid-19 sta coinvolgendo le mamme in molti centri vaccinali viene spesso fornita l'indicazione che questa vaccinazione non sia compatibile con l'allattamento stesso. Anche in considerazione del nostro compito di pediatri e/o neonatologi di tutelare la salute materno-infantile, riteniamo necessario farvi giungere i seguenti chiarimenti:

• Le Società Scientifiche Nazionali ed Internazionali (1-4) del settore neonatologico e pediatrico hanno preso esplicite posizioni, che confermano come il vaccino vada offerto senza incertezze anche alle donne che allattano e che per ogni altro aspetto siano vaccinabili.

• Non è opportuno porre la madre che allatta di fronte alla scelta fra evitare/posticipare la vaccinazione o interrompere l'allattamento al seno, né per i vaccini a mRNA, né per quelli a vettore adenovirale.

• La vaccinazione in corso di allattamento al seno permette il passaggio dalla madre al neonato di anticorpi IgA specifici contro SARS-CoV-2 entro pochi giorni, fornendo protezione specifica anti SARS-CoV-2 al lattante.

• L'eventuale interruzione dell'allattamento porterebbe alla perdita per madre e bambino dei ben noti benefici. La scelta sull'allattamento, quando viene confrontata con la sicurezza della vaccinazione, non può quindi prescindere da un bilancio fra i benefici dell'allattamento (ben documentati) ed i rischi della vaccinazione (a plausibilità biologica trascurabile). In conclusione:

• la vaccinazione Covid-19 è compatibile con l'allattamento al seno, come decisamente sottolineato dalle Società Scientifiche di Neonatologia (SIN) e Pediatria (SIP) e dalle Società Scientifiche Ostetrico-Ginecologiche (SIGO, AOGOI, AUGUI)

• nell'ambito del counselling vaccinale le donne che allattano non vanno invitate a interrompere l'allattamento al seno per essere vaccinate contro Covid-19. Con stima e rispetto per l'importante contributo che state dando alla campagna vaccinale.

I firmatari:

Massimo Agosti, Presidente Commissione Allattamento, SIN

Riccardo Davanzo, Neonatologo, IRCCS "Burlo Garofolo", Trieste

Fabio Mosca, Presidente Società italiana di Neonatologia 2

Bibliografia essenziale

1) Society for Maternal Fetal Medicine. SMFM Statement: SARS-CoV-2 Vaccination in Pregnancy. SMFM: Provider Considerations for Engaging in Covid-19 Vaccine Counseling With Pregnant and Lactating Patients. 2020 December 1. https://www.smfm.org/publications/search?q%5B- _publicationcategories_id_eq%5D=74 12.

2) American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG). Vaccinating pregnant and lactating patients against Covid-19. Last updated April 28, 2021 https://www.acog.org/clinical/clinicalguidance/practice-advisory/articles/2020/12/vaccinating-pregnant-and-lactating-patients-againstCovid-19

3) Academy of Breastfeeding Medicine (ABM). ABM Statement. Considerations for Covid-19 vaccination in lactation. December 14. 2020. https://www.bfmed.org/abm-statement-considerations-for-Covid-19- vaccination-in-lactation

4) Italian Society of Neonatology (SIN), the Italian Society of Pediatrics (SIP), the Italian Society of Perinatal Medicine (SIMP), the Italian Society of Obstetrics and Gynecology (SIGO), the Italian Association of Hospital ObstetriciansGynecologists (AOGOI) and the Italian Society of Infectious and Tropical Diseases (SIMIT). R. Davanzo, Agosti M, Cetin I. et al. Breastfeeding and Covid-19 vaccination: position statement of the Italian scientific societies. Italian Journal of Pediatrics (2021) 47:45 https://doi.org/10.1186/s13052-021-00998-6 30 maggio 2021.