Influenza, bimbi da proteggere. Vaccinarli da 6 mesi a 6 anni

Influenza, bimbi da proteggere. Vaccinarli da 6 mesi a 6 anni
L'importanza della vaccinazione antinfluenzale per i bambini in accordo con direttive ministeriali e indicazioni regionali
1 minuti di lettura
Covid-19”, “nuovo coronavirus”, “epidemia”: nei mesi scorsi, le ricerche online si sono concentrate su un solo argomento. Adesso, oltre che sul nuovo coronavirus, gli italiani stanno consultando sempre più il motore di ricerca per avere informazioni sul vaccino anti-influenzale. Lo stesso vaccino che negli anni passati giaceva invenduto nelle farmacie, in epoca Covid, è divenuto merce preziosa. Prodotto introvabile, oggetto di ricerca frenetica. Perché con l’avvicinarsi dell’inverno il rischio di una doppia infezione Covid-influenza fa sempre più paura.  Un’importante novità della circolare ministeriale di quest’anno è la raccomandazione di vaccinare anche i bambini sani, di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni, oltre a quelli a rischio per patologie pre-esistenti. Una decisione presa sulla base di evidenze scientifiche internazionali.

La vaccinazione è già offerta ai bambini sani negli Stati Uniti, in Canada, nel Regno Unito e in numerosi Paesi europei.  È importante vaccinare tempestivamente i bambini in accordo con le direttive ministeriali e le indicazioni regionali. Anche se esiste una specie di “federalismo influenzale”: una frammentaria modalità organizzativa regionale che non aiuta le famiglie. Basti pensare che all’inizio della campagna vaccinale non erano ancora chiare in tutte le regioni le modalità di offerta. Gratis in alcuni territori, mentre in altri o non era prevista la gratuità o non vi erano ancora delibere. Niente panico. L’anno scorso la stagione influenzale è iniziata a novembre, ma il picco dei casi si è avuto tra fine dicembre e inizio marzo. Anche quest’anno ci aspettiamo un andamento simile.

E, in attesa del vaccino, ricordiamoci di mettere in atto tutte le strategie di difesa: dall’uso della mascherina al distanziamento, alla corretta sanificazione delle mani. Regole che abbiamo imparato per proteggerci dal Covid-19, ma che sono e rimarranno utili – sempre – anche per il virus dell’influenza.

*Elena Bozzola è segretaria nazionale Società italiana pediatria

ARCHIVIO: Gli altri articoli di Elena Bozzola

Per mandare domande o chiedere informazioni alla redazione di Salute, scrivete all'indirizzo:
salute@gedi.it
2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito