Influenza, rischio di picco durante le vacanze di Natale

Secondo l'Istituto superiore di sanità il numero di influenzati raggiungerà il suo massimo proprio durante il periodo delle feste

1 minuti di lettura
A NATALE non scarteremo solo i regali ma anche pacchetti di fazzoletti. L'Istituto superiore di sanità riporta che il picco dei casi d'influenza quest'anno, coinciderà proprio con la settimana delle feste natalizie. Secondo il bollettino InfluNet dell'Istituto, il numero di ammalati in Italia cresce lentamente. Dall'inizio dell'anno sono rimaste colpite più di 647 mila persone ma si stima che il picco massimo di diffusione non sia stato raggiunto. 

LEGGI- Inverno, influenza intestinale a rischio
LEGGI- Vaccino influenza, la Regione: " Stanno arrivando 200mila dosi"

• A CAVALLO DELL'ANNO NUOVO
Per l'epidemiologo dell'Iss, Gianni Rezza, l'andamento attuale dell'influenza ricalca quello dell'anno scorso. "Se dovesse continuare così, è probabile che il picco si raggiunga tra dicembre e gennaio". Proprio in corrispondenza delle vacanze natalizie. 

• BAMBINI, I PIÙ COLPITI
Nell'ultima settimana di novembre sono rimaste a letto 152 mila individui per un livello di incidenza di 2,52 casi ogni mille assistiti. I valori nazionali restano ancora sotto la soglia epidemica di 2,74 casi ogni mille. Complessivamente i più colpiti sono i bambini sotto i quattro anni con 6,55 casi su mille. I valori più bassi rilevati fino ad ora, sono quelli per gli anziani, dai 65 anni in su, con un tasso di soli 1,27 individui colpiti ogni mille.

LEGGI- Quanto dura il primo raffreddore dei bimbi? Dipende dai microbi del naso

Per alcune regioni, la soglia epidemica nazionale è già stata superata: Sicilia, Piemonte, Lombardia, la p.a. di Trento, Toscana,Campania e Calabria sono da due settimane oltre il limite. L'Abruzzo lo è da almeno tre. I dati sono forniti dalla rete di sorveglianza influenzale InfluNet, coordinata dall'Isitituto superiore di sanità con il sostegno dei medici di famiglia, pediatri e referenti presso le Asl.