Influenza, ripetendo ogni anno vaccino ridotti effetti gravi

A sostenerlo uno studio dell'Istituto di Salute pubblica di Pamplona

1 minuti di lettura
SI HANNO più vantaggi ripetendo negli anni il vaccino dell'influenza: facendo diventare quello con l'immunizzazione un appuntamento fisso, si riducono infatti la severità del virus e i ricoveri in ospedale. È quanto emerge da una ricerca guidata dall'Instituto de Salud Pública de Navarra, a Pamplona, in Spagna, pubblicata sulla rivista Canadian Medical Association Journal (CMAJ).

I ricercatori hanno esaminato l'effetto di ripetute vaccinazioni antinfluenzali, in uno studio che ha coinvolto persone over 65 che si sono rivolte a 20 ospedali spagnoli nel 2013/14 e 2014/15. La valutazione dell'efficacia della vaccinazione ha riguardato complessivamente quattro stagioni influenzali.

Per lo studio stati arruolati rispettivamente 130 pazienti con una forma di influenza severa e altri 598 con una forma non grave, confrontati rispettivamente con altri 333 e 1.493 in qualità di gruppo di controllo.

L'analisi dei dati ha permesso di stabilire che la vaccinazione antinfluenzale ripetuta era doppiamente più efficace nel prevenire la gravità dell'influenza e i suoi effetti nelle persone ricoverate in ospedale per il virus, rispetto a casi non gravi, e che questo effetto si verificava indipendentemente dalla stagione influenzale, dai sottotipi di virus o dall'età del paziente. "La vaccinazione ripetuta per l'influenza - concludono gli autori dello studio - è risultata molto efficace nel prevenire infezioni gravi e fatali causate dall'influenza negli anziani".