In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Grenfell Tower, oltre 300 persone per il musical “Gloria e Marco una storia d’amore”

L’omaggio ai due fidanzati di San Stino e Camposampiero morti nel rogo di Londra. Papà Giannino: una serata indimenticabile, carica di valori, sentimenti e amore.

rosario padovano
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Un'immagine del musical dedicato a Marco e Gloria

 

Applausi a scena aperta, emozioni, lacrime. Tutto questo è stato il musical su Marco Gottardi e Gloria Trevisan, dal titolo “Gloria e Marco, una storia d'amore”, messo in scena per la prima volta sabato sera, al teatro Romano Pascutto di San Stino di Livenza, la città di Marco, dalla compagnia teatrale di Treviso, Gli Apostrofi. Continua in qualche modo sul palco, dunque, la storia d'amore tra i due architetti, morti a Londra nel 2017 a seguito dell'incendio della Grenfell Tower in cui vivevano.

Marco e Gloria, la tragedia di Londra diventa un musical ed emoziona

Un musical da cui si stava lavorando da un anno e mezzo circa. Il pubblico, oltre 320 persone, ha assistito trattenendo il fiato alla rappresentazione, attesa da settimane. Il teatro era sold out da mesi. Sul palcoscenico i genitori di Marco, quelli di Gloria, al termine dello spettacolo fatto di monologhi e balli, di canti e riflessioni, hanno voluto alla fine rendere omaggio, con coraggio, alla compagnia teatrale, fatta da attori e ballerini non professionisti.

I due attori che interpretano Gloria e Marco

 

Il padre di Marco, Giannino Gottardi, appositamente ha voluto evitare di assistere alle prove, per provare le emozioni in diretta, dal vivo. «E io ho ripercorso anche la vita di Marco e Gloria, chiaramente, perchè tutte le scene mi facevano pensare al rapporto tra loro due e anche a quello che abbiamo vissuto io e mia moglie con nostro figlio» ha raccontato Giannino Gottardi «è stata una serata indimenticabile: una serata carica di valori, sentimenti e amore. Bravo il regista, bravissimi anche la coreografa, il cast, il corpo di ballo, ottime le musiche scelte per questa rappresentazione. Non c’era un posto libero. Pubblico molto soddisfatto».

Gloria Trevisan e Marco Gottardi, sorridenti, insieme

 

Ma c'è qualcosa di più. Gli attori, in particolare chi rappresentava Marco Gottardi, si è calato talmente nella parte (somiglianza straordinaria a parte, così anche per l'interprete di Gloria) che poco prima della rappresentazione è voluto andare al cimitero di San Stino di Livenza. È stato accompagnato da papà Gottardi, ha raggiunto la tomba di Marco, si è messo in silenzio, a pregare, a riflettere, a parlare con Marco da solo, per almeno un quarto d'ora. Poi è andato in scena, dove si è vissuta l'apoteosi non solo della rappresentazione, ma dell'amore tra Marco e Gloria, destinato a durare in eterno. La compagnia ha ringraziato tutto il pubblico. «Non si può spiegare il palcoscenico ma bisogna viverlo. “G&M una storia d’amore” ha iniziato il suo viaggio nelle anime delle persone in un teatro attento, rispettoso ma soprattutto in ascolto. Al prossimo palcoscenico».

Ora c'è un altro sogno all'orizzonte, portare questa rappresentazione a San Giorgio delle Pertiche, a Camposampiero, in provincia di Padova, dove Gloria ha vissuto da ragazza

I commenti dei lettori