In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Caro vita e bollette, un bonus-Natale da 650 euro per i dipendenti di San Marco Group

L’iniziativa di welfare dell’azienda di Marcon leader nella produzione di vernici e pitture. L’ad Pietro Geremia: “Anche le aziende soffrono, ma vogliamo stare accanto ai nostri lavoratori”

Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Lo stabilimento di San Marco Group a Marcon

 

La conclusione del 2022 si preannuncia incerta e difficile per le famiglie e la persistente inflazione rischia di pesare molto sulla disponibilità di spesa per le feste natalizie. Per questo motivo San Marco Group, azienda di Marcon leader in Italia nella produzione di vernici e pitture per l’edilizia professionale, ha scelto di sostenere i propri dipendenti con un bonus di 650 euro che consentirà loro di affrontare con più serenità le prossime settimane.

Le iniziative di welfare nel 2022

Quest’anno il Gruppo ha distribuito buoni carburante per un valore di 200 euro a persona ed erogato fino a 150 euro a persona per il rimborso delle bollette. Una cifra alla quale si è sommato, nel maggio del 2022, un premio di partecipazione relativo ai risultati 2021 di oltre 1.400 euro a persona.

L’iniziativa si inserisce in un articolato modello di welfare studiato per venire incontro alle esigenze di tutti, tenendo conto delle preferenze e abitudini di ogni singola persona: un'offerta in costante evoluzione, al passo con i grandi cambiamenti in corso, che durante questi ultimi mesi era già stata incrementata con misure ad hoc per fornire ai lavoratori aiuti concreti e immediati.

Pietro Geremia, presidente e ad di San Marco Group

 

L’ad: “Investiamo sui nostri dipendenti”

“Questo è anche l’obiettivo del bonus di 650 euro con cui abbiamo deciso di sostenere i dipendenti in questa chiusura d’anno", spiega Pietro Geremia, presidente e ad di San Marco Group, “Si tratta di una iniziativa straordinaria, derivante da una decisione presa in un momento in cui l’inflazione è eccezionalmente alta, ed è il frutto di una scelta ponderata e non scontata perché, così come le famiglie, anche le aziende stanno affrontando diverse criticità. Le principali provengono dagli aumenti dei costi dell’energia e delle materie prime, e dall’incertezza che caratterizza il contesto macro economico: ma proprio perché, per primi, stiamo toccando con mano questa complessità vogliamo rimanere, ancora una volta, vicini alle persone. Investire su di loro, a nostro avviso, crea valore per tutti”.

Mariluce Geremia, vicepresidente e responsabile HR di San Marco Group

 

La responsabile HR: “Ecco tutto il nostro welfare”

“Siamo consapevoli di quanto il capitale umano di un’azienda ne rappresenti le fondamenta, soprattutto nei momenti più difficili”, conferma Mariluce Geremia, vicepresidente e responsabile HR San Marco Group, “Abbiamo dunque studiato per tutti coloro che lavorano con noi diverse opportunità welfare che possono essere identificate tramite una innovativa piattaforma software sviluppata ad hoc. Negli ultimi mesi i lavoratori hanno usufruito delle risorse a disposizione soprattutto per spese legate all’istruzione dei figli e servizi alla persona, ma anche per previdenza e sanità. Per quel che riguarda invece il premio di produttività, ha scelto di fruirne sotto forma di servizi di welfare la stragrande maggioranza dei dipendenti, ossia l’87%”.

Banca ore solidale e psicologo gratuito

Grande attenzione continua infine a essere concentrata su una gestione del tempo basata sul rispetto e sulla flessibilità lavorativa. Dopo l’istituzione della banca ore solidale, che dà a tutti la possibilità di donare le proprie ferie ai colleghi che ne hanno più bisogno, e l’istituzione di uno sportello di assistenza psicologica gratuita, San Marco Group prevede infine di sviluppare importanti servizi alla genitorialità.

I commenti dei lettori