In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Pioggia di fondi europei in Veneto per fognature e opere di depurazione, ecco dove si interverrà

Opere per 40 milioni di euro, venticinque interventi che saranno poi attuati dai vari gestori del servizio idrico integrato e dovranno avere, entro il 31 dicembre 2023, l’aggiudicazione di tutti gli appalti pubblici

1 minuto di lettura

La giunta regionale del Veneto ha deliberato l’approvazione degli investimenti per l’adeguamento delle opere di fognatura e depurazione finanziabili con le risorse del PNRR, che verranno ora trasmessi al Ministero per la Transizione Ecologica.

“Siamo di fronte a un caso di scuola di PNRR virtuoso, i cui effetti si faranno sentire su tutto il territorio veneto, andando a finanziare opere necessarie e attese e creando al contempo una partita di investimenti di ben 40 milioni di euro. – spiega il Presidente della Regione del Veneto - Ognuno dei progetti ha una sua precisa valenza, concreta quanto la situazione sulla quale va a intervenire sia per la depurazione, sia per gli impianti di fognatura. Un nuovo contributo alla qualificazione dell’ambiente e ai servizi ai cittadini”.

La procedura di selezione degli interventi, effettuata dalla Regione in base alle proposte dei Consigli di Bacino e con specifici criteri relativi alle priorità, ha portato all’individuazione di venticinque interventi che saranno poi attuati dai vari gestori del servizio idrico integrato e dovranno avere, entro il 31 dicembre 2023, l’aggiudicazione di tutti gli appalti pubblici.

“Un’occasione che permetterà un cambio di passo e l’adeguamento per un lungo periodo di tempo di molti impianti. – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente che ha proposto gli investimenti - Ancora una volta un segnale di grande attenzione per territorio e cittadini, che mette in primo piano le tematiche ambientali”.

I commenti dei lettori