In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La salute in digitale: a Padova il master che forma i nuovi professionisti

L’upgrade delle competenze sulla sanità digitale può consentire di svolgere un'attività all’avanguardia nell’impiego delle nuove tecnologie e nello sviluppo di una nuova modalità di relazioni con i pazienti

1 minuto di lettura

PADOVA. Nasce a Padova il Master in Digital Healthcare (MDHC) per formare professionisti in grado di sviluppare e adottare soluzioni di health care centrate sul paziente. Data la sua natura interdisciplinare, il Master darà la possibilità di correlare efficacemente le esperienze di settore con quelle digitali, così da saper sostenere con le adeguate competenze la necessaria sinergia tra i cambiamenti dell’ecosistema sanitario e gli indispensabili interventi digitali basati sull’evidenza scientifica.

Un obiettivo, questo, reso centrale da quanto ha fatto emergere dalla gestione della pandemia da SARS-CoV2 e rafforzato dal processo di trasformazione digitale previsto dal PNRR per il SSN.

Il Master, di II livello, diretto dal Prof. Cosimo Sperti con la vicedirezione del Dott. Valerio Vergadoro, è finalizzato alla formazione del personale coinvolto a vario titolo nei servizi sanitari pubblici e privati, per fornire metodi, strumenti e competenze digitali relative al settore della salute, all'interno del quadro normativo di riferimento (come le recenti Linee guida del Ministero della Salute del modello digitale per l’assistenza domiciliare).

Il Master si rivolge a qualsiasi professionista già impiegato nei servizi sanitari pubblici e privati e anche a quanti aspirino a trovare una posizione lavorativa in questo settore. È finalizzato anche a sviluppare competenze digitali per il personale di altre aziende dell’ecosistema sanitario, come ad esempio aziende farmaceutiche e di produzione di dispositivi e, più in generale, di biotecnologie; società di consulenza organizzativa e informatica al settore sanitario; ecc.

Gli sbocchi occupazionali possibili si indirizzano, quindi, verso tutti i soggetti di questo ecosistema. Per il personale già dipendente dei servizi sanitari, l’upgrade delle competenze sulla sanità digitale può consentire di svolgere un'attività all’avanguardia nell’impiego delle nuove tecnologie e nello sviluppo di una nuova modalità di relazioni con i pazienti. Un ulteriore settore di impiego che i contenuti del MDHC può favorire è relativo alla progettazione e realizzazione dei programmi del PNRR, nonché in quelli già previsti dagli altri finanziamenti comunitari rivolti al settore socio-sanitario.

«Con questo progetto l’Università di Padova, forte della presenza di tutte le componenti professionali che possono essere coinvolte nella didattica interdisciplinare fondamentale in questo settore, completate dall’esperienza garantita anche da un qualificato numero di professionisti esterni, arricchisce e amplia, tra i primi atenei nazionali, i contenuti formativi rivolti al cruciale sistema dei servizi per la salute della popolazione» dice il prof Valerio Vergadoro, vicedirettore del Master.

Per maggiori dettagli si rimanda al sito https://uel.unipd.it/mdhc

I commenti dei lettori