Bibione, lite per motivi di lavoro: estrae la pistola e spara, un ferito. Il bandito è in fuga

Il bilancio è di tre persone ferite, una raggiunta da un colpo di pistola alla testa partito durante la colluttazione. Da una prima ricostruzione la lite sfociata nella sparatoria sarebbe collegata a motivi di lavoro

BIBIONE. Lite tra tre persone finita in una sparatoria, questa mattina alle 7 a Bibione.

Il bilancio è di tre persone ferite, una sola da un colpo di pistola partito durante la colluttazione. Secondo quanto ricostruito sono stati esplosi tre colpi.

L’uomo che ha sparato è in fuga, lo cercano i carabinieri.

Da una prima ricostruzione la lite sfociata nella sparatoria sarebbe collegata a motivi di lavoro. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

La sparatoria è avvenuta nel parcheggio di un palazzo in Via Andromeda con intersezione via della Vega.

Uno dei feriti che ha ricevuto un colpo di pistola alla testa, è stato trasportato con l’elicottero all’ospedale dell’Angelo di Mestre.

Il ferito dal colpo di pistola per il momento rimane ricoverato Mestre, dove è stato sottoposto a intervento neurochirurgico

Meno importanti le ferite riportate dagli altri due protagonisti della lite, ricoverati negli ospedali dell’Usl 4.

Bibione, estrae la pistola e esplode tre colpi: ecco il luogo della sparatoria

Bibione, estrae la pistola e esplode tre colpi: ecco il luogo della sparatoria

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, basata sulle testimonianze, sarebbero due i luoghi in cui è avvenuta la sparatoria. Una prima aggressione si è consumata in via Pirano, poco dopo le 6, dove ha sede l’agenzia turistica Europa, per cui lavora il presunto aggressore e due delle persone ferite. I

due feriti sarebbero un 60enne di Latisana, italiano, e un altro uomo di Cesarolo, un 30enne di nazionalità albanese. L’italiano è rimasto ferito in maniera non grave, mentre l’altro si beccato un proiettile in testa e ora si trova ricoverato in ospedale all’Angelo. È stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

Il presunto aggressore, di nazionalità albanese ha 55 anni. Dopo la prima sparatoria, l’aggressore si è spostato in via della Vega dove ha sparato a una terza persona, anch’essa di nazionalità albanese.

A quanto risulta quest’ultima persona non è collega degli altri due feriti.

Quest’ultimo ferito si trova in ospedale a Portogruaro non in pericolo di vita.

L’aggressore dopo la sparatoria è scappato. Per il momento non è stato rintracciato.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'ultimo saluto a Piero Angela, l'arrivo del feretro in Campidoglio

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi