Scolaro investito sulle strisce da un’auto pirata a Noventa: trovato dopo un paio d’ore, l’investitore ha 83 anni

L’incidente alle 8 di mattina sulla rotaroria delle vie Marconi-Roma, escoriazioni a un braccio e a una gamba per il 13enne

NOVENTA PADOVANA. Investe un ragazzino sulle strisce pedonali e fugge, automobilista identificato in meno di due ore grazie alle riprese delle videocamere di sicurezza comunali e alle indagini dei carabinieri di Noventa Padovana.

Il pirata della strada è un vedovo di 83 anni rintracciato a casa: ha tentato di giustificarsi, ma poi ha ammesso le sue responsabilità.

Fortunatamente il piccolo ciclista, che stava andando a scuola, non è grave: ha riportato escoriazioni al gomito sinistro e al ginocchio destro e sicuramente un bello spavento.

Tutto è successo giovedì pochi minuti prima delle 8. Il ragazzino, che ha 13 anni e frequenta la seconda alla Media Santini, in sella alla bicicletta stava attraversando la pista ciclopedonale di via Marconi in prossimità della rotatoria all’incrocio con via Roma quando è stato travolto da un’auto. L’impatto ha avuto conseguenze per lo scolaro, caduto rovinosamente a terra. Ma l’automobilista non si è fermato a soccorrerlo e ha proseguito la marcia in direzione Noventana.

Ad aiutare il ciclista a terra sono stati un paio di automobilisti, che si sono fermati allertando il 118 e il 112. Il ragazzino non ha perso i sensi, ma lamentava dolori agli arti. La notizia dell’investimento è giunta rapidamente a scuola, e sulla ciclabile sono corsi la preside dell’Istituto Comprensivo e un collaboratore scolastico. «L’ho visto seduto in barella, era già arrivata l’ambulanza» afferma la dirigente scolastica, Daniela Bellabona «mi è sembrato tranquillo anche se aveva riportato escoriazioni importanti a un braccio e una gamba. L’hanno trasportato al Pronto Soccorso per alcuni controlli precauzionali. Dovrebbe poter tornare subito a scuola». I rilievi sono stati eseguiti dai carabinieri della stazione locale. La pattuglia ha sentito due testimoni e ha accertato che il veicolo investitore sopraggiungeva da via Roma mentre l’investimento del mini ciclista era avvenuto durante la fase di immissione dell'auto in rotatoria.

Il luogo è video sorvegliato dalle telecamere pubbliche, così nell’intervento è stata chiamata a collaborare la polizia locale nel cui Comando c’è la centrale operativa del sistema. Le riprese erano nitidissime e hanno così fornito agli investigatori una prima risposta: l’auto investitrice era una Renault Twingo scura guidata da un uomo di cui si notava persino la sagoma. Dalla targa i militari sono risaliti in breve tempo al proprietario, risultato essere G. G. di Noventa Padovana, classe 1939.

La pattuglia lo ha trovato a casa, parecchio agitato perché consapevole di ciò che era successo. L’anziano si è dimostrato collaborativo, e alla fine ha ammesso i fatti. Allo stesso tempo ha cercato di giustificarsi dicendo che non voleva scappare ma l’intenso traffico gli aveva impedito di fermarsi ed era andato a casa attendendo gli eventi. Forse bastava raggiungere la caserma di via Noventana per evitare che la posizione si aggravasse. Sottoposto all’alcoltest l'uomo è risultato negativo, ma è stato denunciato in stato di libertà per due reati: fuga a seguito di incidente con feriti e omissione di soccorso stradale. Ancora una volta il sistema di videocamere è risultato utile alle indagini. «Vogliamo implementarle ulteriormente e collegarle anche alla caserma dei carabinieri» dice Cannistraci. La polizia locale sta intanto portando avanti un progetto di educazione stradale in quasi tutte le classi in modo da sensibilizzare i ragazzi all’uso corretto delle biciclette lungo le strade.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crollo in Marmolada, il momento in cui la colata di ghiaccio travolge il sentiero

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi