Contenuto riservato agli abbonati

Ospedali senza infermieri,il caso Veneto: ne mancano 4 mila, ma al test di ingresso respinti in 19 mila

La Regione Veneto fa fronte alla carenza con i super Oss. Toso: «Con il Pnrr saranno introdotti anche i professionisti di comunità»

VENEZIA. In Veneto mancano 4 mila infermieri. Eppure sono 18.798 i neodiplomati respinti al test d’ingresso universitario negli ultimi due anni. Speravano di entrare negli ospedali o nelle case di riposo della regione, sarebbero stati un valido aiuto quantomeno per rimarginare la ferita, ma sono stati bloccati, perché negli atenei italiani non ci sono sufficienti posti.

Sarebbe stato sufficiente formarne, per poi assumerne, un quinto, per risolvere un problema, al quale ora si cerca di mettere una pezza istituendo ad esempio la figura dei “super Oss”: operatori socio-sanitari dalle competenze più estese di quelle standard, che li avvicinano alla professione infermieristica.

Il

Video del giorno

Giro d'Italia 2022 a Treviso. Ecco dove arriverà lo sprint e il toto tappa

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi