Contenuto riservato agli abbonati

Due anni di pandemia e come non spiegare la scienza ai ragazzi

Alcuni dei ragazzi che hanno partecipato all’incontro organizzato sabato 23 aprile dall'Usl 2 sulla pandemia

Lo scrittore Ervas  prende spunto dalla “lectio magistralis” del professore Palù al convegno promosso dall’Usl trevigiana per osservare che non si può lasciare la comunicazione di temi complessi alla politica

TREVISO. Sabato 23 aprile si è tenuto un convegno, promosso dall’Ussl 2 e approvato dalla Regione Veneto, dal titolo “La pandemia vista con gli occhi di…”.

Titolo interessante, per indicare che le istituzioni intendono offrire un ambito pubblico “rivolto agli operatori sanitari e del sociale, al fine di evidenziare le scelte strategiche fatte durante le diverse fasi dell’epidemia “.

Questa, in sé, è una buona notizia: le istituzioni se producono una riflessione pubblica, tanto più su una pandemia, stanno facendo bene il loro lavoro.

Video del giorno

Il centrosinistra conquista Verona, i sostenitori di Tommasi cantano Bella Ciao

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi