In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

No vax e No pass, il primo maggio a Padova il corteo nazionale: «Saremo 20 mila»

Nel giorno della festa dei lavoratori, i negazionisti scenderanno ancora una volta sulla strada per protestare contro il Governo e quella che chiamano “dittatura sanitaria”: “Non smetteremo di manifestare finché non reintegreranno tutti i medici e gli insegnanti sospesi. E basta mascherina in piazza per i bambini”

Enrico Ferro
1 minuto di lettura

PADOVA. L’1 maggio a Padova ci sarà una manifestazione nazionale dei movimenti No vax.

Ad annunciarlo è Cristiano Fazzini, il leader veneto: «Ci saranno una sessantina di gruppi da tutta Italia. Se vengono meno di 20 mila persone, sarà un fallimento», dice orgoglioso.

Nel giorno della festa dei lavoratori, il movimento che si scaglia contro vaccini e Green pass scenderà quindi ancora una volta sulla strada per protestare contro il Governo e quella che chiamano “dittatura sanitaria”. Il luogo deciso per l’incontro sarà Prato della Valle. Ma quella del 1 maggio è la terza manifestazione dei No vax nel giro di pochi giorni. Una è prevista sabato 23 aprile, un’altra lunedì 25 e poi, appunto, quella nel giorno della festa dei lavoratori. 

“Devono reintegrare tutti i medici e gli insegnanti a scuola e devono togliere le mascherine obbligatorie per i bambini in classe. Solo allora, forse, smetteremo con le manifestazioni”, dice convinto Fazzini. L’imminente tornata elettorale a Padova con Paolo Girotto del Movimento 3V candidato, potrebbe far pensare anche a qualche fine da propaganda elettorale. “Io non sono candidato” sottolinea Fazzini “ma darò una mano a Girotto perché è una persona onesta. Queste manifestazioni non hanno nulla a che vedere con la politica. Le abbiamo fatte anche senza elezioni alle porte, quindi respingo al mittente  qualsiasi allusione”. 

I commenti dei lettori