Lavoravano molluschi abusivamente nell’ex officina agricola di Codevigo: denunciati in 5 e distrutte 2,5 tonnellate di vongole veraci

L'ex officina agricola adibita a magazzino a Conche di Codevigo

Operazione della Guardia di Finanza di Chioggia in un magazzino di Conche. L’acqua usata per la lavorazione veniva scaricata nei campi vicini. Nell’area sequestrate trenta tonnellate di rifiuti (anche pericolosi), imbarcazioni dismesse e strumentazione

PADOVA. I militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Chioggia hanno individuato e sequestrato, a Conche di Codevigo, all’interno di un magazzino, in origine destinato quale deposito ed officina di un’impresa agricola, un centro di lavorazione e spedizione di molluschi bivalvi.

Il materiale sequestrato dalla Guardia di Finanza di Chioggia

L’attività era priva di ogni autorizzazione prevista dalla legge e dei requisiti igienico sanitari richiesti per questa tipologia di insediamento produttivo.

Inoltre, all’interno del magazzino, le fiamme gialle hanno trovato due tonnellate e mezza di vongole veraci, illegalmente importate dal Portogallo, pronte ad essere commercializzate rinvenendo anche  macchinari ed utensili utilizzati per la vagliatura del pescato, oltre ad una bilancia professionale ed una vasca della capacità di circa 2.500 litri.

Le strumentazioni erano utilizzate per la lavorazione del pescato producendo, alla fine del ciclo produttivo, acque reflue industriali, scarto delle attività non autorizzate, che confluivano nei terreni agricoli circostanti destinati alla coltivazione del frumento.

Su prescrizione impartita dai veterinari dell’Usl 6 di Padova, intervenuti su richiesta dei militari, le vongole, in considerazione del rischio di contaminazione da agenti patogeni, sono state dichiarate non idonee al consumo umano ed avviate alla distruzione.

L'ex officina agricola adibita a magazzino a Conche di Codevigo

L’azione di servizio, coadiuvata dall’alto da un elicottero della Sezione Aerea di Venezia, è stata estesa al controllo dell’area circostante, pertinenza dell’azienda agricola, dove i finanzieri rinvenivano trenta tonnellate di rifiuti, tra i quali anche rifiuti pericolosi, nonché autoveicoli ed imbarcazioni dismesse, idrocarburi ed olii esausti, abbandonati su un’area di 6500 metri quadri ed all’interno di due edifici, realizzati in abuso edilizio.

Il materiale sequestrato dalla Guardia di Finanza di Chioggia

L’operazione di servizio ha comportato oltre al sequestro dei rifiuti e del magazzino utilizzato per la lavorazione dei molluschi, la denuncia all’autorità giudiziaria di cinque persone.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Funerale Del Vecchio, gli abbracci della famiglia e la partenza della salma tra gli applausi

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi