Contenuto riservato agli abbonati

Traffico illecito di rifiuti. Nei guai ex vertici e socio privato di Sesa. Pajola: «Va convocato un Cda urgente»

L’accusa contesta il passaggio dei rifiuti friulani negli impianti di Este e Lozzo Atestino. La partecipata: «No comment»

ESTELa bufera giudiziaria che spira dal Friuli è arrivata fino a Este e ha investito una serie di società e amministratori locali. Tutti, più o meno direttamente, legati alla galassia Sesa, la partecipata al 51% dal Comune di Este che domina la gestione dei rifiuti in mezza provincia, a maggior ragione dopo il subentro alla “defunta” Padova Tre.

Tra gli indagati spicca innanzitutto Angelo Mandato, 55 anni di Mirano, amministratore della Bioman spa e azionista di riferimento della Finam Group (acronimo di Finanziaria Angelo Mandato), il privato che detiene il 49% delle quote Sesa.

Video del giorno

Bambino scomparso a Tambre: ecco il momento del salvataggio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi