I medici di famiglia veneti annunciano lo sciopero: «Ci fermeremo quando la Regione ci ascolterà»

La conferenza stampa dei sindacati dei medici di famiglia Snami e Smi

Stop informatico: niente e-mail, ricette e prescrizioni online per tre giorni a settimana fino a fine marzo

Vicenza. Una serie di giornate di sciopero, finché sarà necessario, per chiedere alla Regione di tornare a rivolgere attenzione alla medicina di territorio, arrivata al limite dopo due anni di pandemia.

È la protesta indetta da Smi e Snami, sindacati dei medici di famiglia veneti, che, dal 16 febbraio, interromperanno l’attività informatica per tre giorni a settimana – dal lunedì al mercoledì – fino a fine marzo.

Salvatore Cauchi: «Troppa burocrazia per noi medici, sciopereremo a oltranza»

Promettendo di alzare l’asticella, se questa prima protesta non dovesse bastare, procedendo allora con uno sciopero vero e proprio.

«Per il momento ci limiteremo a non inserire nei sistemi informatici ricette, terapie, diagnosi; non scaricheremo i fascicoli sanitari elettronici dei pazienti. L’unico disservizio per i cittadini consisterà nel fatto che dovranno recarsi personalmente negli ambulatori, per ritirare le impegnative. Ma i veri problemi saranno per i Cup» spiega Salvatore Cauchi, segretario regionale dello Snami.

Liliana Lora: «Noi, medici di famiglia, stanchi e umiliati. Non ne possiamo più»

I motivi dello sciopero? La mole e, soprattutto, una tipologia di lavoro che è ormai insostenibile.

«Siamo oberati dal lavoro, sommersi dalla burocrazia, mentre veniamo presi a pesci in faccia da pazienti e istituzioni» denuncia Liliana Lora, segretaria regionale dello Smi.

I dottori chiedono investimenti sulla sanità, nuove assunzioni, più tutele e, soprattutto, una maggiore considerazione.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo, ad Asolo la gente con la pala per liberare le strade dalla grandine

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi