Calcio, si ferma anche la Serie D: venete in campo solo il 23 gennaio

daniele macca

Covid, la salita dei contagi ha consigliato alla federazione di stoppare due giornate di campionato

VENEZIA. Anche la serie D si arrende al Covid. Troppi rinvii richieste e troppe squadre in difficoltà a scendere in campo, nel fine settimana. Il massimo campionato dilettantistico non ripartirà domenica come da calendario.

Due i fine settimana di stop previsti dalla Lega Nazionale Dilettanti. Dunque, si tornerà in campo domenica 23 gennaio, ricominciando tra l’altro dalla giornata che si sarebbe dovuta disputare tra tre giorni.

Perciò la stagione della Dolomiti Bellunesi ripartirà da Mestre come da calendario, poi altra trasferta a Levico Terme nel primo turno del girone di ritorno. Il Montebelluna ripartirà proprio a Levico, l’Union Clodiense sarà ad Arzignano, il Campodarsego a Cattolica e l’Este a San Martino Speme, mentre la Luparense ospiterà l’Ambrosiana e lo Spinea attenderà il Cartigliano.

 Non si sa ancora se verrà spostata in avanti la fine del campionato (al momento prevista domenica 15 maggio) o se verranno inseriti un paio di turni infrasettimanali.

Alla base della decisione di voler proseguire c'è il fitto calendario, mentre l'Eccellenza fa i conti anche col rinvio della finale di Coppa Italia (fase regionale). Il match di Dolo era stato inizialmente confermato per domani: Montecchio Maggiore e Portomansuè si sfideranno il 23 gennaio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il carrista russo maldestro manda il tank nel lago

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi