Contenuto riservato agli abbonati

Focolaio Covid nell’allevamento di visoni, in Veneto abbattuti tremila animali

L’allevamento di Villa del Conte è il secondo conclamato in Italia, la protesta degli animalisti

VILLA DEL CONTE. Tremila visoni abbattuti ieri a Villa del Conte per il focolaio di Coronavirus, la Lav va all’attacco: «Siamo profondamente addolorati, ma è una tragedia annunciata nel secondo allevamento italiano conclamato di Coronavirus».

Secondo Simone Pavesi, responsabile Lav Moda animal free «etica e salute pubblica impongono scelte produttive rigorose e necessarie per evitare queste gravissime sofferenze. Ne sono sempre più consapevoli i tanti consumatori che mai acquisterebbero una pelliccia animale».

A

Video del giorno

Renzi imita Bossi alla Scuola della Lega a Milano: "Mi disse, hai fatto cose per il mio Nord"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi