Contenuto riservato agli abbonati

Grenfell Tower, Mercedes taglia la sponsorizzazione con l’azienda legata all’incendio del 2017

San Stino, il papà di Marco Gottardi: «Siamo felici e immaginavano andasse così, avrebbero rischiato delle ricadute d’immagine»

SAN STINO DI LIVENZA. Grenfell Tower, stop alla sponsorizzazione della polemica. La Mercedes ha annunciato mercoledì, alla vigilia del rush finale del Gp di Abu Dhabi, di aver interrotto il controverso accordo di sponsorizzazione con un'azienda legata all'incendio della Grenfell Tower del 2017 a Londra, nel quale morirono 72 persone.

Il logo di Kingspan, i cui prodotti sono stati utilizzati nell'edificio, è apparso domenica sull'auto di Lewis Hamilton al Gran Premio dell'Arabia Saudita. Il ministro dell'edilizia britannico Michael Gove e i sopravvissuti all'incendio avevano criticato Mercedes per l'accordo con l'azienda irlandese che produce prodotti per l'isolamento e il rivestimento.

LO STOP

Ma la provocazione era arrivata ancora più pungente da Loris Trevisan, papà di Gloria, dopo aver saputo che sul bolide Mercedes del fuoriclasse inglese di F1, domenica nel gran premio di Jeddah in Arabia Saudita, sarebbe apparso in bella vista lo sponsor della ditta “Kingspan”, azienda che ha prodotto gli isolanti risultati combustibili e bruciati in pochi minuti nel rogo della Grenfell Tower, nella notte tra il 13 ed il 14 giugno 2017. «Se fossi in Lewis hamilton non correrei» aveva dichiarato.

Gove si è detto «profondamente deluso» dal fatto che Mercedes avesse firmato l'accordo mentre era in corso un'indagine sulla tragedia. Il capo della Mercedes F1 Toto Wolff si era scusato con le famiglie delle vittime del disastro, ma ha smesso di dire che il team avrebbe esaminato l'accordo.

Ma la Mercedes ha ora annunciato di aver deciso di separarsi da Kingspan. «Il team Mercedes-AMG Petronas F1 e Kingspan hanno annunciato di aver deciso di comune accordo di porre fine alla loro partnership», si legge in una nota  Kingspan in una dichiarazione ha sottolineato di essere «profondamente consapevole delle sensibilità toccate e quindi abbiamo concordato congiuntamente che non è appropriato andare avanti nel momento attuale», e ha ribadito la propria tesi difensiva («non abbiamo avuto alcun ruolo nella ristrutturazione della Grenfell Tower, il nostro pannello isolante è stato utilizzato in modo improprio»).

«Sono grato a Toto Wolff - ha twittato il ministro Gove – della Mercedes per aver ascoltato GrenfellUnited, ed essersi impegnato con il governo e aver posto fine a questo accordo».

IL PAPA’ DI MARCO 

«Siamo chiaramente molto felici della decisione della Mercedes, ed eravamo convinti che la vicenda si sarebbe conclusa così. Loro avrebbero rischiato ricadute negative in termini di immagine, per cui hanno optato per la migliore soluzione» ha dichiarato Giannino Gottardi.

Video del giorno

Quirinale, Casellati 'distratta' dal cellulare, Fico è costretto a rallentare lo spoglio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi