Contenuto riservato agli abbonati

La nuova Mala in Veneto. Pizzo e minacce per piegare le aziende. Benvenuti al Tronchetto, l’isola del denaro sporco

Da più di 35 anni il gruppo mestrino teneva in scacco gli operatori del settore grazie all’attività degli intromettitori

VENEZIA. Il “Sistema Tronchetto” è una gallina dalle uova d’oro. Dall’Isola Nuova, prima della pandemia, transitavano mediamente 20 milioni di turisti l’anno. Un tesoro sul quale la malavita ci ha lucrato per decenni e ci lucra, anche se ora, causa Covid, in maniera minore. Il gruppo dei “mestrini” specializzato in rapine, estorsioni e traffico di sostanze stupefacenti, controllava il “Sistema Tronchetto” grazie all’attività degli intromettitori, nella zona dell’isola e di piazzale Roma.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Padova, Collovati ai funerali di Di Marzio: "Ho perso un amico, un maestro di vita"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi