Contenuto riservato agli abbonati

Veneto, caccia alla variante Omicron: “Aumentare i controlli sui viaggiatori, possiamo individuarla velocemente”

Antonia Ricci, direttrice dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie: “Presenta 32 mutazioni diverse: più contagiosa, ma non ci sono prove sulla pericolosità”

VENEZIA.  In Veneto e, in generale, in Italia non è ancora arrivata. Ma è solo questione di tempo secondo Antonia Ricci, direttrice dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie. I riflettori di tutto il mondo sono accesi sulla variante Omicron, nuova mutazione del virus Covid, le cui caratteristiche principali sono però ancora un’incognita.

Dottoressa Ricci, che cosa possiamo dire di questa variante?

«Possiamo dire che presenta ben 32 mutazioni della proteina Spike, cosa che desta le maggiori preoccupazioni da un punto di vista genetico e virologico.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Padova, Collovati ai funerali di Di Marzio: "Ho perso un amico, un maestro di vita"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi