Berlusconi: italiano grande dal cuore generoso Mi mancherà moltissimo Galan: addio amico geniale

Il cordoglio del Cavaliere e dei suoi figli. Una nota del Gruppo Fininvest «Con lui rapporto umano assai più profondo della partnership d’affari» 

IL RICORDO

Nel film dedicato alla vita e alle opere del Cavaliere, Paolo Sorrentino tratteggia il banchiere di Tombolo come un Richelieu ricco, arguto e bonario, rara avis nella corte di nani e ballerine allestita ad Arcore. Perché Ennio Doris rappresentava il consigliere più leale del socio improvvisatosi statista e la memoria del sodalizio assume toni crepuscolari nel ricordo di Silvio Berlusconi: «Ci ha lasciato un grande uomo, un grande imprenditore, un grande patriota, un grande italiano. Un uomo generoso, altruista, sempre attento agli altri, sempre vicino a chi aveva bisogno. Ci mancherà molto, mi mancherà moltissimo. A Massimo, a Sara, a Lina», è il messaggio di cordoglio «la mia vicinanza e tutto il mio affetto».


Il dolore del fondatore di Forza Italia, l’emozione composta nell’epitaffio della figlia Marina, la presidente di Fininvest e di Mondadori che rende omaggio al talento nell’intrapresa del finanziere veneto ma non trascura di esaltarne le qualità umane: «La sua scomparsa ci lascia sgomenti, è stato un imprenditore geniale, il più corretto e leale dei partner, cui tutti noi dobbiamo moltissimo. Per me è stato anche un punto di riferimento insostituibile e ha rappresentato un meraviglioso insegnamento. Non potrò mai dimenticare il modo in cui concepiva la vita e il lavoro, la generosità, la capacità, rara, di costruire dal nulla uno dei principali gruppi italiani senza perdere la genuinità e l'entusiasmo degli inizi».

Così, una nota del Gruppo evoca il rapporto «molto più profondo della partnership d’affari, basato innanzitutto su una totale identità di vedute e su un solidissimo legame umano», mentre Piersilvio Berlusconi, l’amministratore delegato di Mediaset, saluta con «stima infinita» una persona definita «unica per valori, principi e umanità»; «Per me è sempre stato un esempio e un riferimento», è l’accenno al legame personale «mi ha sempre dato stimoli importanti anche dal punto di vista professionale, esprimendomi il suo sostegno fino all’ultimo».

Da Milano ai Colli Euganei dove Giancarlo Galan, direttore centrale di Publitalia prima del debutto in politica nel partito-azienda, si schermisce all’evocare i trascorsi («Oggi non è il caso») ma non cela un sentimento di tristezza: «Ho perso un amico personale e geniale, da grande imprenditore qual era, ha aiutato il Paese e la sua terra, magari avessimo molte persone come lui. No, Ennio Doris non sarà dimenticato». —





Video del giorno

Quirinale, Casellati 'distratta' dal cellulare, Fico è costretto a rallentare lo spoglio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi