Contenuto riservato agli abbonati

Veneto: l’emigrazione non si ferma nemmeno durante la pandemia
 

Oltre 12mila veneti hanno lasciato la regione nel 2020, l’anno segnato dalla pandemia: la Regione è la seconda per numero di partenze in Italia dopo la Lombardia

 
 
 
 

C’è un’Italia che cresce silenziosamente, fuori dai confini nazionali e dal pubblico dibattito. È l’Italia di chi sceglie di vivere all’estero, un esercito silenzioso che si è arricchito l’anno scorso di altri 222.260 cittadini che hanno deciso di stabilirsi altrove nonostante i disagi e i blocchi della pandemia. È la fotografia del nuovo rapporto “Italiani del mondo” della fondazione Migrantes che disegna una diaspora che non si arresta nemmeno di fronte agli impedimenti del Covid 19, anche se con numeri in leggera flessione rispetto a quelli registrati negli scorsi anni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi