Contenuto riservato agli abbonati

La nuova mostra di Goldin a Padova per innamorarsi delle Geografie dell’Europa

Il curatore apre un nuovo filone, dal 29 gennaio al San Gaetano, con “Dai Romantici a Segantini. Storie di lune e poi di sguardi e montagne”, capolavori dalla Fondazione Oskar Reinhart 

La trama della pittura tra Ottocento e Novecento, letta nel controluce della sua stagione, ha un fascino ammaliante eppure non largamente conosciuto: la nuova sfida di Marco Goldin è portare al grande pubblico i suoi capolavori, ripetendo in una nuova direzione il cammino che per lunghi anni ha percorso trasformando l’Impressionismo in una materia amata da tutti, e familiare ai più.

Dopo

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi