Contenuto riservato agli abbonati

«C’è un bimbo positivo in classe, venite a prendere vostro figlio»: noi genitori in un vortice di ordinario caos

Ritardi di comunicazione, incertezze sul rientro, maestre nel tritacarne, famiglie che si rifiutano di sottoporre i bimbi al tampone: un caso raccontato in prima persona da un nostro cronista

Tra regole incerte, comunicazioni mancanti e mille dubbi, un caso di positività in una classe può gettare tante famiglie nel caos. Questa è la testimonianza diretta di un nostro cronista, genitore di un bimbo che frequenta una scuola primaria a Treviso.

«Venite a prendere vostro figlio a scuola, grazie: c’è un compagno positivo al Covid. Tutti a casa». Metà mattinata di quello che diventa un giorno di ordinario caos, anzi, il primo di una lista di giorni chissà quanto lunga.

Video del giorno

Checco Zalone in festa sulla barca dell’oligarca

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi