L’etica dello sport raccontata dai ragazzi: la squadra del Venezia testimonial del concorso della Regione Veneto

Imparare a gareggiare divertendosi e rispettando l’avversario: una sfida a fumetti che coinvolgerà tutte le scuole medie e superiori. Alla presentazione anche il presidente della società di serie A, Duncan Niederauer 

VENEZIA. Imparare divertendosi e rispettando l'avversario. È questo il primo insegnamento dello sport ed è la filosofia che ha dato vita al concorso “Disegna a fumetti la Carta Etica dello sport veneto”, iniziativa promossa da Regione del Veneto, Unpli Veneto e Miur.

Una sfida all'ultimo tratto di matita che, anche in quest’anno scolastico, vedrà impegnati gli istituti secondari di primo e secondo grado e gli atleti tesserati di Associazioni Sportive venete affiliate a Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate ed Enti di promozione sportiva del CONI Veneto e del CIP Veneto.

Un evento la cui quarta edizione è stata presentata oggi, giovedì 28 ottobre, allo stadio Penzo di Venezia, da Cristiano Corazzari, assessore allo sport di Regione del Veneto, e Giovanni Follador, presidente UNPLI Veneto, alla presenza di Andrea Tomaello, Vicesindaco del Comune di Venezia che ha portato il saluto della città.

«Carta Etica dello Sport è ormai un elemento di profondo significato – ha sottolineato in apertura Corazzari – perché trasmette i valori della condivisione, elemento fondante della società. Un valore condiviso anche dalla società sportiva di cui oggi siamo ospiti e che, grazie alla loro partecipazione, ci consentirà di rendere anche più importante il nostro messaggio».

Carta etica dello sport, con il Venezia testimonial: la presentazione

Sarà infatti la compagine del Venezia F.C. il nuovo testimonial del concorso, come annunciato oggi in conferenza stampa dall’Assessore allo sport di Regione del Veneto. Anche l’edizione 2020-2021, come le precedenti, potrà dunque contare su testimonial d'eccezione: dopo la “divina” Federica Pellegrini, le “pantere” dell'Imoco Volley e i “bersaglieri” del Rugby Rovigo Delta, i ragazzi partecipanti al concorso potranno fantasticare sulle nuove avventure dei “leoni” del Venezia F.C. trasformando in appassionati fumetti i loro ruggiti in campo e nella vita.

Un’occasione particolare, come dimostrato dalla presenza di Duncan Niederauer, presidente del Venezia Football Club che, alla presenza della stampa, ha sottoscritto ufficialmente la Carta Etica dello Sport del Veneto: «Oggi è per noi un giorno speciale – ha esordito Duncan Niederauer – partecipare a questo progetto significa, infatti, essere più vicini alla città e alla regione. La Carta Etica dello Sport è molto importante per tutti, soprattutto per i nostri giocatori, ai quali sottolineiamo sempre l'importanza della loro eccellenza in campo alla quale deve, però, necessariamente corrispondere un’eccellenza fuori dal campo. Perché nello sport la vittoria è importante ma il rispetto del gioco e dell'avversario sono fondamentali. Iniziative come quella di oggi sono importanti perché significa investire nell’ambito civico, riportando alla luce i veri valori dello sport: imparare a vivere insieme».

«L'accoglienza che i ragazzi hanno riservato negli anni a questo concorso – ha quindi sottolineato Giovanni Follador, presidente UNPLI Veneto, braccio operativo del progetto - evidenzia quanto siano sentiti dai giovani temi quali etica, rispetto delle regole, appartenenza. Lo raccontano i numeri: 446 lavori pervenuti da 73 scuole 19 associazioni sportive nell’anno del lock down significa che i nostri ragazzi hanno ben presente cosa rappresentino i valori della Carta Etica dello Sport. Un progetto che ci rende particolarmente orgogliosi anche perché i valori dello sport messi nero su bianco nella Carta Etica sono gli stessi principi che animano il mondo di UNPLI e dei volontari. Il nostro grazie va quindi alla Regione del Veneto che, ancora una volta, ci ha rinnovato la sua fiducia per questa quarta edizione del Concorso».

«L’impegno di Regione del Veneto – ha concluso l’Assessore Corazzari – è ora quello di ampliare sempre più i sottoscrittori della Carta Etica dello Sport, che oggi, con la firma del Venezia F.C., raggiungono quota 544. Alla squadra e al suo presidente il mio grazie per essersi messi a disposizione del progetto; sono certo che, come per gli atleti già testimonial dell'iniziativa, il loro essere testimonial si tradurrà in grandi soddisfazioni, anche sportive»

Video del giorno

Cremonini canta a sorpresa all’Armani hotel dopo la Prima della Scala

Mousse alla nocciola e cioccolato, clementina e cardamomo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi