Contenuto riservato agli abbonati

Disabili e normodotati insieme nell’Academy di Bebe Vio

Bebe Vio a sinistra all’inaugurazione del suo centro mentre gioca con un bimbo e Martin Casatrogiovanni

Il progetto promosso da Nike e Art4Sport ha trovato sede all’ Iseo di Milano. La fiorettista di Mogliano: «Qui diversità e inclusione. E’ esaltante vedere i ragazzini allenarsi insieme»

MILANO. Ha trionfato una prima volta alle Paralimpiadi 2016. Ha bissato nell’edizione di Tokyo dell’estate scorsa, superando mille traversie.

Ma chi conosce bene Bebe sa che l’Academy appena decollata a Milano vale molto di più di una medaglia paralimpica. È un sogno che si realizza senza salire su un podio o ascoltare l’inno di Mameli.

L'opportunità per avvicinare allo sport i bambini con disabilità, l’occasione per permettere ai normodotati di conoscere il valore dell’inclusione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

No Vax, il dentista col braccio in silicone: "Una provocazione, mi sono vaccinato il giorno dopo"

Mousse alla nocciola e cioccolato, clementina e cardamomo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi