Covid, Palù: presto monoclonali intramuscolo e sottocute

Giorgio Palù durante il convegno a Venezia 

Il presidente dell’Aifa: "Scarso utilizzo perché medici non fanno endovena a domicilio"

VENEZIA. "Gli anticorpi monoclonali sono farmaci molto efficaci perché bloccano la proteina che impedisce al virus di entrare nella cellula, e hanno un'efficacia maggiore di altri antivirali. Se non sono stati utilizzati molto fino ad ora, è perché c'è una certa difficoltà: vanno somministrati via endovena e non c'è quasi più nessun medico di base che lo faccia in casa e dopo un'ora controlli che il paziente non abbia effetti collaterali". Lo ha riferito oggi il presidente dell'Aifa, Giorgio Palù, a margine di un convegno sul Covid a Venezia.

Secondo Palù, a breve dovrebbero essere disponibili monoclonali "che possono essere somministrati intramuscolo e sottocute, - ha spiegato - con la possibilità che più medici possano utilizzarli anche a domicilio". Ad ogni modo, "questo richiede una riforma del sistema sanitario, che permetta di puntare sui medici fornendo sistemi diagnostici di cui oggi non dispongono", ha concluso. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

I sindaci della Bassa Padovana chiedono che Schiavonia non diventi Covid Hospital

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi