Contenuto riservato agli abbonati

I cimeli del Grande Torino e l’epopea dei fratelli Ballarin. Il museo è diventato realtà a Chioggia

Le maglie con il numero 2 di Aldo Ballarin: quella della Nazionale e quella del Toro

Maglie, palloni, scarpe, biglietti e foto fanno rivivere il mito di una squadra imbattibile che la tragedia del 4 maggio 1949 ha trasformato in leggenda

CHIOGGIA. Prima era solo virtuale, ora il sogno di vedere finalmente un vero museo, fisico, dedicato ai fratelli Aldo e Dino Ballarin, periti assieme nel tragico incidente aereo di Superga che annientò l'intera squadra del Grande Torino, è finalmente realtà.

Lo hanno voluto con tenacia Nicoletta Perini, Davide Bovolenta e Aldo Cappon ed ora quella tenacia è stata premiata. Quella del museo della laguna sud, in realtà, non è la sede definitiva, perché una volta terminato il restauro, l'esposizione passerà in via definitiva a palazzo Ravagnan, sempre a Chioggia, qualche decina di metri più in là.

Tra

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi