Contenuto riservato agli abbonati

Nel Trevigiano circolo ungherese con i bambini che non vengono mandati a scuola

Il caso a Povegliano nella villetta del nipote del sindaco. Covo negazionista? I gestori: «Facciamo home-schooling»

POVEGLIANO. I ragazzini te li aspetteresti sui banchi o con lo zaino in spalla al giovedì mattina. Invece a Povegliano arrivano dai campi seguendo uno dei volontari della Real Human Rights, passeggiano scherzando verso la casa che fino a una settimana fa era abbandonata, e poi si infilano a giocare in giardino con cerchi e pallone.

È la mattinata della scuola No vax, com’è stata etichettata in paese, o del «circolo ricreativo», come i responsabili dell’associazione invece la definiscono.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Strage Salvemini, 31 anni dopo: il corteo dei mille studenti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi