Contenuto riservato agli abbonati

Elezioni comunali 2021, in Veneto resiste lo strapotere Lega. Tonfi di Pd e M5S, crollano i votanti

Il governatore Luca Zaia, il nuovo sindaco di Chioggia Mauro Armelao e il coordinatore leghista Alberto Stefani

Trema la leadership di Salvini e aumentano le pressioni su Zaia ma a Conegliano il suo candidato è costretto al ballottaggio

VENEZIA. Nel Veneto crolla l’affluenza alle urne e la circostanza spegne le illusioni di quanti ventilavano un sentiment alternativo al centrodestra a trazione leghista che un anno fa ha rieletto il governatore Luca Zaia con percentuali di consenso sconosciute nella storia della Repubblica. Così, in assenza (o quasi) di rivali sul versante progressista, sono le liti nella maggioranza a regalare qualche spicciolo di suspense in un test amministrativo scandito dai successi dei fratelli-coltelli Carroccio-Fdi-Forza Italia, dal nuovo scacco patito dal Pd, dall’evaporazione del M5S.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Mapelli, rettrice dell'università di Padova: ecco i due nostri progettti in area Piovego

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi